Dal 2019 anche i mutui green diventeranno parte integrante dell'offerta di alcune banche italiane selezionate per aderire al progetto pilota europeo a favore degli interventi per l'efficienza energetica. I mutui verdi, in inglese Energy efficient mortgage (Eem), saranno erogati in Europa da quaranta istituti di credito, tra i quali compaiono nove banche italiane: Banco Bpm, Bnl-Bnp Paribas, Bper Banca, Crédit Agricole-Cariparma, Friulovest Banca, Monte dei Paschi, Société Générale (filiale italiana), UniCredit,Volksbank Alto Adige.

Mutui green: cosa sono e come funzionano?

Secondo quanto stabilito dalle istituzioni europee, i mutui green potranno essere richiesti sole se finalizzati all'acquisto, costruzione o rinnovo di un edificio (sia residenziale sia commerciale) a condizione che soddisfi i requisiti legislativi dell'Ue in materia di efficienza energetica o garantisca un miglioramento delle prestazioni energetiche quantificabile a partire dal +30%.

Queste soluzioni di finanziamento garantiranno sicuramente delle condizioni agevolate agli intestatari dei contratti, probabilmente attraverso tassi d'interesse più contenuti o offrendo un adeguato supporto in caso di installazione di pannelli fotovoltaici, o altre soluzioni per il risparmio energetico. I mutui green potrebbero rappresentare una valida opportunità anche per l'efficientamento energetico dei condomini, che in Italia sono ben distanti dalle nuove politiche in materia di efficienza energetica, rientrando nella maggior parte dei casi tra le classi energetiche più basse.

Dovendo garantire un miglioramento delle prestazioni energetiche del.+ 30%, è possibile che l'erogazione dei mutui green sarà subordinata all'intervento di una commissione di tecnici qualificati che dovranno verificare lo "stato energetico" dell'edificio prima e dopo l'intervento di ristrutturazione. Le modalità e le tempistiche saranno poi definite dei singoli istituti di credito.

Da leggere: Quanto costa un mutuo casa?

Quali sono i vantaggi per i clienti?

I mutui verdi rappresentano di certo una valida opportunità di risparmio per i privati che potranno non solo migliorare le prestazioni energetiche delle proprie abitazioni ma anche risparmiare sui costi delle bollette di luce e gas. Adottare nuovi soluzioni energetiche consente infatti di ottimizzare l'impiego delle risorse energetiche, riducendo i consumi di energia e di conseguenza le spese. Un ulteriore incentivo saranno le condizioni contrattuali che di certo prevederanno per tutte le banche agevolazioni e incentivi per i richiedenti.