Grande ripresa del mercato dei mutui che, da mesi ormai, presenta i tassi ai minimi storici, e fa segnalare un consolidamento di domande ed erogazioni.
Le domande sono cresciute del 53% su base annua, le erogazioni del 16%, nei primi 3 trimestri, e dal 2014 il trend è positivo e in aumento.
Vediamo i dettagli di questa grande crescita che sembra non volersi arrestare nemmeno nel 2016, considerando che il tasso medio dei mutui è sceso dal 5,72% del 2007 al 2,49% di dicembre 2015.

Offerta mutuo: quali sono le finalità più richieste?

I mutui vengono chiesti nella maggior parte dei casi per acquisti, con un valore del'83,8%; le domande per consolidamento debiti e liquidità è del 1,3% e il 13,3% è il dato delle surroghe mutuo, che con le nuove regole del mercato è una delle pratiche più apprezzate dai mutuatari che vogliono portare il proprio mutuo in un Istituto di Credito più conveniente.

DA LEGGERE: Migliori mutui acquisto casa: ecco le offerte di marzo

Il dettaglio sui tassi: cosa scegliere tra tasso fisso e variabile?

Con i tassi ai minimi storici cosa scegliere tra tasso fisso e variabile? Il 61,8% dei mutuatari opta per il tasso fisso, come da tradizione, perché propone una rata fissa mensile senza oscillazioni.

Cala la percentuale di chi sceglie un finanziamento a tasso variabile: se nel 2014 era del 41,2%, a un anno di distanza è del 22,8%.

In ribasso anche i mutui a rata costante, dal 17,8% all'11%, mentre sono in lieve aumento i mutui a tasso variabile con CAP, ovvero con il tetto massimo di interesse e possibilità di avere un mutuo "misto", che può passare da tasso fisso a variabile in determinati momenti del contratto.
I mutui con CAP sono passati da 1,5% a 3,8%, quelli misti da 0,3% a 0,6%.

Offerta mutuo: qual è la durata più richiesta?

La durata media dei mutui richiesta è di 24 anni e mezzo, con una percentuale di durata maggiore al Nord Italia, e un valore medio sotto ai 23 anni al Sud e nelle Isole.
A livello nazionale quasi il 70% dei mutui è compreso tra 21 e 30 anni e il 29,9% si colloca nella fascia 10-20 anni.

Importo: qual è il valore medio?

Gli italiani richiedono mediamente mutui per un valore di 112mila euro, con picchi di 114.100 nel Nord-Ovest e di 116.500 nel Centro.
Sotto la media il Nord-Est, con mutui medi di 110.100 euro e Sud e Isole con valori rispettivamente di 105.000 e 107.900 euro.

Questa è la panoramica del mercato dei mutui attuali da conoscere prima di sottoscrivere un contratto di mutuo qualsiasi: se stai cercando l'offerta mutuo più adatta alle tue esigenze, non esitare a utilizzare il nostro comparatore, è il momento giusto per trovare quello che fa per te!