Rata del mutuo light se scegli di ristrutturare la tua casa. Merito di una congiunzione favorevole che vede da un lato tassi di interesse sui finanziamenti per l'acquisto casa ai minimi storici, e dall'altro agevolazioni fiscali davvero consistenti per chi vuole fare qualche lavoro nel proprio immobile. Partendo da questa premessa, il risultato per chi non ha a disposizione tutta la liquidità necessaria per coprire le spese di ristrutturazione è una rata del mutuo decisamente vantaggiosa.

Ma procediamo con ordine. Sicuramente ti sarai accorto di come, in questo periodo, i mutui siano particolarmente vantaggiosi. Se vuoi verificare di persona, prova a dare un'occhiata ai mutui Cariparma, Barclays, Ing Direct, ecc., sul nostro portale di comparazione. Il motivo di questa maggiore convenienza dei finanziamenti per la casa è dovuta alla discesa dei tassi di interesse sui mutui, che ormai da qualche mese si attestano ai minimi storici.

Accendere un mutuo per ristrutturare casa conviene

Mettiamo quindi il caso che tu voglia ristrutturare la tua casa, magari per renderla più efficiente dal punto di vista energetico. Si tratterebbe di una spesa piuttosto consistente ed è quindi improbabile che tu abbia da parte tutto il denaro necessario. Visto il momento propizio, più che un prestito, la scelta migliore è accendere un mutuo ipotecario finalizzato alla ristrutturazione. In particolare, il consiglio è quello di puntare su una durata breve (10 anni) e su di un tasso fisso, che al momento presenta una differenza di prezzo davvero piccola rispetto al variabile. In questo modo riuscirai a pianificare meglio il tuo investimento e metterti al riparo da spiacevoli inversioni di tendenza che potrebbero causare una risalita dei tassi.

DA LEGGERE: Mercato immobiliare: prezzi in risalita nel 2016

Come richiedere un mutuo per ristrutturare casa

Come per il mutuo tradizionale, anche per quello finalizzato alla ristrutturazione occorre dimostrare alla banca di avere la possibilità di rimborsare le rate, portando un documento che certifichi le proprie entrate mensili. Inoltre, dovrai fornire le prove del fatto che hai davvero intenzione di effettuare gli interventi di ristrutturazione dichiarati, come ad esempio i preventivi di spesa compilati dall'impresa incaricata dei lavori per quanto riguarda interventi di manutenzione ordinaria. Per la manutenzione straordinaria occorre invece allegare alla richiesta una copia del progetto inviato al comune, mentre la ristrutturazione edilizia vera e propria occorre anche dimostrare di aver ottenuto il permesso di costruire e di aver già pagato le tasse di concessione.

Condizioni contrattuali

Se non hai particolari problemi di reddito, ottenere un mutuo ipotecario per ristrutturare casa dovrebbe essere piuttosto semplice, anche perché di solito la cifra richiesta non supera mai il 50% del valore dell'immobile. L'imposta sostitutiva applicata ad un mutuo per ristrutturazione è come quella per i finanziamenti per l'acquisto casa, ovvero dello 0,25% sull'importo totale erogato se i lavori riguardano la prima casa, il 2% se riguardano altri immobili. A differenza del mutuo per l'acquisto prima casa, però, per il mutuo ristrutturazione casa non potrai detrarre gli interessi dall'Irpef.