Per le ristrutturazioni edilizie ci sono appositi mutui, ma occorre sempre fare dei confronti tra i diversi finanziamenti per trovare quello ideale per le proprie esigenze: vediamo qui allora una comparazione tra i mutui ristrutturazione di Banca Mediolanum, Banco Popolare e Credito Valtellinese, mentre per quelli di UniCredit, Intesa Sanpaolo e Banco Popolare potete accedere a questo secondo confronto migliori mutui ristrutturazione.

Ricordiamo inoltre che sono state prorogate ed ampliate le agevolazioni fiscali per ristrutturazione casa, su cui potete informarvi tramite la guida Detrazioni 50% ristrutturazione.

Mutuo Riparti Italia di Banca Mediolanum

  • erogazione in un'unica soluzione oppure SAL - Stato Avanzamento Lavori, ovvero a tranche durante l'esecuzione della ristrutturazione
  • importo minimo: 25mila euro, massimo il 50% della spesa
  • durata dell'ammortamento tra 10 e 20 anni
  • tasso variabile Euribor 3 mesi, spread tra 1,65% e 2,25% in base al valore dell'Euribor

Mutuo Ristrutturazione Banco Popolare

  • durata massima dell'ammortamento: 84 mesi
  • importo massimo dell'80% delle spese documentate con limite di erogazione fino a 50mila
  • tasso variabile Euribor 3 mesi + spread 4,75% (gennaio 2014)

Mutuo Casa Lavori in Corso Creval (Credito Valtellinese)

  • finalità di ristrutturazione ma anche di costruzione casa
  • finanziamento massimo pari all'80% del valore dell'immobile ipotecato
  • erogazione della somma richiesta con metodologia SAL - Stato Avanzamento Lavori
  • tasso variabile, rate mensili o trimestrali con primi 24 mesi di preammortamento con rata di soli interessi, rimborso con durata massima di 30 anni