Il mutuo è una soluzione che ormai la maggior parte delle persone sceglie per poter acquistare una casa o per poterla ristrutturare. Vediamo insieme due tipi di mutuo messi a confronto della Banca popolare di Milano e di Intesa Sanpaolo.

La banca popolare di Milano offre il mutuo variabile con CAP. Potrete avere così il vantaggio di un tasso variabile con la tranquillità di un tetto massimo applicabile. Il mutuo a tasso variabile con CAP è un tipo di finanziamento che vi consentirà di avere una rata vantaggiosa, perché il tasso segue gli andamenti del mercato e allo stesso tempo vi mette al riparo da rialzi improvvisi. Prevede un tetto massimo applicabile, il CAP appunto, che costituisce una soglia oltre la quale il tasso non può andare. Potete richiedere un mutuo con tasso variabile CAP per acquistare o ristrutturare casa o anche per trasferire in BPM un mutuo che hai già sottoscritto con un'altra banca, per renderlo più conveniente e flessibile. Inoltre, se avete meno di 35 anni, potete usufruire di ulteriori vantaggi. Infine ,potete sottoscrivere una polizza che vi tutelerà, per esempio, in caso di perdita di lavoro.

Intesa Sanpaolo presenta un mutuo adatto ai giovani con età compresa tra i 18 e i 35 anni. Il mutuo Domus Superflash potrà avere un tasso fisso o variabile. La durata è: 10<40 anni tasso fisso e 10<30 anni se a tasso variabile, oltre il periodo di pre-ammortamento. E' disponibile l'opzione "sospensione rata" fino a 6 mesi consecutivi e l'opzione di abbreviamento o allungamento di durata del mutuo per un massimo di 10 anni che diventano 5 nel caso di tasso variabile. Per i lavoratori atipici è disponibile una polizza che si chiama "polizza lavoratori atipici" di durata decennale e senza costi aggiuntivi per il cliente. Tutte le spese sono pari a 0.