Importanti novità sono in arrivo anche per quanto riguarda il "nuovo catasto", con una profonda rideterminazione dei parametri di calcolo che renderà più semplice la valutazione del valore patrimoniale e la rendita degli immobili.

Ad annunciare le novità è la Commissione finanze che è al lavoro per la definizione della legge delega fiscale, seguendo un percorso parallelo alla riforma delle aliquote Imu. L'approvazione definitiva dovrebbe avvenire entro la fine dell'estate e, stando alle ultime informazioni, è già stata approntata una linea di lavoro per non causare ritardi sul fronte dell'imposta sugli immobili.

Quali saranno le novità in arrivo per il Catasto? Il primo aspetto che balza in evidenza è l'introduzione di uno speciale algoritmo che determinerà i parametri di calcolo rendendo in nuovo Catasto più a misura di contribuente. Oltre a questo, sono previsti aggiornamenti importanti per le valutazioni del valore patrimoniale e la rendita dell'immobile, con una maggiore rilevanza alla figura del proprietario. Quest'ultimo, infatti, in caso di errore commesso dal Catasto avrà la possibilità di far sentire direttamente la sua voce.

La tendenza del nuovo Catasto sarà il passaggio ad una collaborazione con i Comuni, i quali avranno un ruolo importante nella determinazione del valore patrimoniale degli immobili, operazione che per l'Agenzia del territorio risultava piuttosto difficile mancando dati importanti sulle unità immobiliari.

Ciò che in via sperimentale è già successo nelle città di Torino e Genova, prevede uno stretto coinvolgimento dei Comuni nel fornire importanti dati riguardanti gli immobili, come lo stato di manutenzione, l'affaccio e l'esposizione, tutte informazioni che saranno poi vagliate dallo speciale algoritmo del Catasto per stabilire il valore patrimoniale dell'immobile.

La rendita catastale subirà anch'essa un aggiornamento sulla base della media dei redditi di locazione e caratteristiche costruttive. Il compito di convalidare le nuove rendite catastali sarà assegnato ad apposite commissioni censuarie, individuate nei rappresentanti di categoria del settore immobiliare.

Come cambierà il ruolo del proprietario di casa? In caso di errate valutazioni da parte dell'Amministrazione Comunale, il proprietario avrà la possibilità di far sentire la propria voce e tutelarsi da decisioni giudicate inadeguate. Ancora in fase di definizione, invece, la possibilità per il proprietario di contestare la valutazione della rendita catastale.