I consigli, in questi tempi di crisi, sono sempre ben accetti. Soprattutto se riguardano le agevolazioni per ottenere mutui e prestiti low cost. Ecco, allora, qualche breve regola da seguire per l'aspirante mutuatario:

  1. Non limitatevi a fare richiesta per un mutuo nella sola banca dove avete il vostro conto corrente. Non è affatto detto che sia la più competitiva sul mercato, nonostante sia la vostra.
  2. Proprio per questo motivo è bene documentarsi sia online che allo sportello dei vari enti creditizi, confrontando e scegliendo così le offerte migliori e con i tassi agevolati. L'alternativa è di rivolgersi ad un mediatore creditizio qualificato che non abbia conflitti di interesse.
  3. Occorre scegliere il tasso in base alla propria propensione al rischio, ergo se volete dormire sonni tranquilli se temete fluttuazioni del tasso, allora è bene scegliere il tasso fisso. Anche se, in linea di massima, è quasi sempre il tasso variabile a vincere il confronto.
  4. Il variabile in partenza costa circa il 2-2,5% in meno rispetto al fisso. Ecco un altro motivo per il quale conviene il tasso variabile al giorno d'oggi.
  5. E' consigliabile avere una mentalità aperta affinché il mutuo perfetto, nel corso degli anni, non diventi un mutuo pigro; rimodulando, se necessario, il contratto.
  6. Il confronto tra le offerte va effettuato esclusivamente sulla base del Taeg (Tasso annuo effettivo globale) e non sulle semplici informazioni del foglio informativo.
  7. Occorre, inoltre, fare attenzione alle polizze sia quelle assicurative Cpi (Credit protection insurance) che quelle sulla vita che attualmente vengono proposte da diversi enti creditizi per coprire il pagamento del mutuo richiesto in caso in cui ci sia una perdita del posto di lavoro o in caso di morte.
  8. Fate attenzione alla data della stipula del contratto. Gli interessi partono da quel giorno, e non da quando viene erogato il mutuo.
  9. Occorre far attenzione anche al valore dell'ipoteca, per alcuni è al 150%, per altri al 200%.
  10. Far attenzione alle condizioni del contratto, spesso sono flessibili e possono essere contrattati sia per quanto riguarda lo spread sia per le spese accessorie.