Il sogno degli italiani è da sempre quello di divenire proprietari di casa, ma la crisi in atto, ha fatto divenire il sogno un incubo. Già, perché molti italiani temono di non poter più pagare il mutuo e perdere l'abitazione in cui vivono.

Da uno studio della Cgil emerge infatti che ben 3 milioni e 300 mila famiglie rischiano di perdere la propria abitazione, un numero impressionante di famiglie rischia di non farcela a fine mese, è stato stimato che tra le spese per la casa, il mutuo o l'affitto e le bollette il 40% dello stipendio finisce in tasse.

Tre milioni di famiglie pagano un mutuo, ogni anno sono sempre più quelle famiglie che non potendo sostenere la rata e divenendo insolventi, vanno incontro al pignoramento, nel 2011 questi sono stati 38000 e nel 2012 vi è stato un aumento di circa il 23%.

Se si aggiunge che a fine marzo è stato sospeso il Piano famiglie, una moratoria che consentiva ai nuclei in forte difficoltà economica di poter sospendere per 12 mesi le rate del mutuo, e che il Fondo di Solidarietà è rimasto al palo, a causa della solita lunga burocrazia italiana; ben si può capire il malumore e la paura di molti italiani.

Oltre al mutuo si aggiunge la pressione fiscale, che è divenuta insostenibile specie nei grandi centri; l'Imu ad esempio in città come Roma, Napoli, Genova e Torino ha inciso moltissimo sul bilancio familiare. Secondo i dati della Cgil, tra mutuo, riscaldamento e spese fisse si arriva a spendere oltre i 1100 euro al mese, uno stipendio viene quasi interamente usato per pagare le imposte, immaginate, visti gli stipendi attuali e la disoccupazione in atto, quante famiglie rischiano di non poter arrivare alla fine del mese.