Da un po' di tempo, a causa della crisi economica in atto, ottenere un mutuo per acquistare la propria abitazione è divenuto sempre più complicato. Banche e istituti di credito hanno infatti ampliato i criteri per la concessione del prestito divenendo sempre più severi sul fronte delle garanzie offerte dal richiedente.

Un'analisi condotta da una società di mediazione creditizia del Gruppo Tecnocasa, Kiron Partner, ha individuato i fattori chiave che permetteranno nel 2013 ai potenziali mutuatari di ottenere con maggiore facilità il prestito richiesto: avere un lavoro stabile e avere a disposizione una buona parte di denaro da investire nell'immobile desiderato.

Osservando l'andamento dei mutui nel corso del 2012 si evince che coloro che hanno ottenuto più facilmente il mutuo avevano tra le proprie credenziali una posizione lavorativa stabile. Avere un lavoro fisso è stato valutato un elemento positivo specie quando nell'operazione erano coinvolti più portatori di reddito.

A determinare un giudizio positivo da parte dell'istituto finanziatore alla concessione del mutuo è stato anche il capitale investito nell'operazione. Si è infatti riscontrato che più altro era l'apporto personale dato dal potenziale mutuatario e migliore era il giudizio di fattibilità dell'istituto di credito.

Dalle analisi emerge che il 2013 non sarà molto diverso dal precedente, anche se una forte influenza sul mercato creditizio arriverà dalle decisioni strategiche adottate in sede europea a sostegno dell'economia continentale.

Dunque per accedere più facilmente al mutuo il segreto è avere un lavoro stabile e avere un risparmio da investire.