La provincia di Trento ha recentemente dato il via libera ad un fondo di garanzia con una dotazione di circa 10 milioni di euro. Questo permetterà a 200 famiglie che rispondano a determinati requisiti di ottenere un mutuo ipotecario per l'acquisto dell'abitazione principale, per la sua ristrutturazione o per l'acquisto e la ristrutturazione. Per ottenere questo finanziamento è necessario rivolgersi ad una delle banche convenzionate che valuteranno se accogliere o meno la domanda dell'aspirante mutuatario.

Anche la Banca di Imola ha in serbo una bella notizia per chi volesse investire nel mattone: ha da poco siglato un accordo con la Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna che sosterrà coloro che desiderano acquistare la prima casa. La Banca di Imola metterà a disposizione un plafond di 5 milioni di euro per l'erogazione di mutui a tasso agevolato a famiglie che presentino una dichiarazione dei redditi entro certi limiti, mentre la Cassa di Risparmio di Ravenna si accollerà una quota degli interessi a carico dei mutuatari, che si vedranno ridurre l'importo della rata del prestito per i primi cinque anni.

Anche a Lecco chi vuole comprare casa potrà farlo in maniera conveniente: l'Ance (Associazione Nazionale Costruttori Edili) di Lecco ha firmato un accordo con la Banca di Credito Cooperativo di Alzate Brianza perché vengano erogati mutui casa al 100%, a patto che l'impresa costruttrice effettui un deposito fruttifero pari al 20% dell'importo del mutuo.