Chi nel 2013 voleva beneficiare del Fondo di Solidarietà per l'acquisto della prima casa dovrà aspettare. Il famoso Fondo, in vigore dal 2010 e gestito da Consap, permette di sospendere le rate del mutuo fino a 18 mesi se chi fa richiesta è in possesso di determinati requisiti.

Perché il Fondo venga riattivato c'è bisogno che venga emanato il nuovo regolamento, anche se non si sa ancora la data precisa. Consap spiega che le istruttorie sono ferme dal 17 luglio scorso, data in cui non è stata più accettata nessuna richiesta.

Un nuovo regolamento è stato reso necessario dopo l'entrata in vigore della riforma del Mercato del Lavoro, che ha modificato le regole per l'accesso al Fondo. A chi è destinato il beneficio? Alle persone che hanno stipulato un finanziamento ipotecario non superiore a 250 mila euro e con un reddito complessivo Isee non superiore a 30 mila euro.

La Riforma Fornero ha abolito alcune clausole che prima garantivano l'accesso al Fondo di Garanzia, purché verificabili nei tre anni precedenti la domanda. Come l'aver sostenuto spese mediche, assistenza domiciliare, la manutenzione straordinaria, la ristrutturazione, per un importo di almeno 5 mila per ogni evento.

La sospensione può essere richiesta anche da coloro che hanno usufruito di misure simili, a patto che l'interruzione non superi i 18 mesi. A chi fosse interessato a questo Fondo si consiglia di consultare periodicamente il sito di Consap dove saranno disponibili il nuovo regolamento e la nuova modulistica.