Mercato immobiliare e mercato dei mutui non sembrano ancora poter tirare un respiro di sollievo. Il 2012 sembra sarà ancora un anno piuttosto difficile per entrambi i settori. Se il 2011 è stato un anno segnato dalla stabilità per il settore immobiliare, per quanto riguarda i mutui la situazione è stata ancora peggiore e il segno meno ha dominato i dati dei tassi di crescita anche di questo settore.

Per chi vuole comprare casa, questo periodo non sembra proprio quello più adeguato. Se da una parte le banche continuano a mantenere un atteggiamento restrittivo nella concessione dei mutui , dall'altra gli italiani appaiono frenati anche dalla reintroduzione dell'Ici sulla prima casa, che ha preso il nome di Imu (Imposta Municipale sugli Immobili).

Queste prospettive sembrano annunciare che anche il 2012 sarà un anno di sostanziale stallo per quanto riguarda la richiesta di mutui per l'acquisto di abitazioni. Le difficoltà legate all'accesso ai mutui e all'incertezza del mercato del lavoro saranno i due principali fattori che influenzeranno negativamente anche per il 2012 il mercato dei mutui. La casa come "bene di rifugio", come è stata intesa per molti anni dagli italiani, sembra nel 2012 non sarà un obiettivo facile da raggiungere, nonostante rimanga un sogno per circa il 40% degli italiani. Spread elevati e condizioni molto restrittive richieste dagli istituiti di credito, costituiscono ulteriori motivi di scoraggiamento per chi ha intenzione di aprire casa.

Chi volesse richiedere un mutuo e desiderasse conoscere le offerte sul mercato, per scegliere con più consapevolezza il finanziamento più adatto a sé, può far riferimento al sito di SuperMoney che mette a confronto le proposte di mutui e mutui on line concessi da numerosi istituti bancari.