Calcolo rata mutuo

Scopri cosa pensa la community:
Leggi le opinioni
Ti siamo stati utili?
Raccomandaci su Google

Come calcolare la rata del mutuo: la guida di SuperMoney

La rata del mutuo equivale al pagamento che il mutuatario effettua alla banca su base periodica per la restituzione dell’importo erogato. Alla stipula del contratto, il mutuatario stabilisce con l'istituto bancario delle scadenze di pagamento, che possono essere mensili, trimestrali, semestrali o annuali.

La rata mutuo è composta da una quota capitale, costituita dall’importo prestato, e da una quota interessi relativa agli oneri dovuti alla banca, il cui ammontare complessivo dipende dal tasso di interesse (fisso, variabile o misto) dall’importo del mutuo e dalla sua durata.

Ogni mutuo prevede un piano di ammortamento, ovvero un planning di rimborso del finanziamento con una descrizione dettagliata di ogni rata mutuo e della ripartizione per ognuna della quota capitale e della quota interessi restituita.

Il calcolo rata mutuo si effettua a partire dal piano di ammortamento. Il piano di ammortamento più comune è l’ammortamento alla francese, o piano a quota capitale progressiva: la sua caratteristica peculiare è quella di veder decrescere la quota interessi sul valore della rata man mano che si procede nella restituzione, con conseguente aumento progressivo della quota debito-capitale.

Per il calcolo rata mutuo è indispensabile essere a conoscenza di quattro fattori: l'importo effettivo della somma erogata al netto di qualunque spesa o onere iniziale, il tasso nominale di interesse (Tan, che deve essere riferito al periodo che intercorre tra una rata e la successiva), il numero totale delle rate e la periodicità delle rate.

Leggi tutti i commenti