Se hai intenzione di richiedere una surroga del mutuo, ovvero se desideri trasferire il tuo mutuo presso una banca che ti offra delle condizioni più vantaggiose, ad esempio sui tassi di interesse così come sui costi di gestione del finanziamento, è possibile che tu ti stia domandando dopo quanto tempo si può fare la surroga del mutuo.

Continua a leggere questo articolo per scoprire dopo quanti mesi è possibile ottenere la surrogazione del mutuo e, nello specifico, quando conviene surrogare un mutuo.

Dopo quanto si può chiedere la surroga?

Se la Legge Bersani (Legge n°40/2007) ha sancito la gratuità della portabilità del mutuo, cioè il diritto del mutuatario a trasferire il proprio finanziamento senza costi presso un istituto di credito con condizioni di credito più convenienti, la normativa non si esprime in merito alle tempistiche della surroga mutuo.

Questo significa che non esiste un tempo minimo prima di poter richiedere la surroga. Tuttavia, è possibile che alcune banche e finanziarie rifiutino le richieste di portabilità del mutuo in specifiche circostante. Ad esempio in caso di surroga del mutuo dopo un mese.

Non di rado gli istituti di credito preferiscono procedere alla portabilità del mutuo solo su finanziamenti con un piano di ammortamento già avviato di almeno sei rate, così da essere certi che il creditore sia affidabile e in grado di farsi carico del pagamento del finanziamento anche presso la nuova banca. Ecco perché la surroga del mutuo dopo un anno viene ad esempio concessa con più facilità.

Proprio perché non esiste una regola precisa in merito a dopo quanto tempo si può fare la surroga del mutuo, il consiglio che ti diamo è quello di contattare la banca presso la quale hai intenzione di spostare il tuo finanziamento e informarti in merito alle tempistiche di surroga.

DA LEGGERE: Surroga mutuo INPDAP (INPS): come funziona e chi può richiederla?

Quando conviene surrogare un mutuo?

Ora che hai capito dopo quanto tempo si può richiedere la portabilità del mutuo, ti potrebbe anche tornare utile sapere quando conviene la surroga, ovvero in quale momento durante la "vita" del finanziamento richiederne la portabilità presso un altro istituto bancario risulti più vantaggioso.

A questo proposito, devi sapere che generalmente – se hai sottoscritto un mutuo con piano di ammortamento alla francese - è più conveniente richiedere la portabilità del mutuo se hai acceso il finanziamento da pochi anni e devi quindi ancora restituire la maggior parte della quota di interessi alla banca.

Proprio perché la surroga ti permette di godere di tassi di interesse più vantaggiosi rispetto a quelli offerti dalla banca precedente, potrai pagare una percentuale inferiore di interessi della rata del mutuo fino all'estinzione completa del debito.

Viceversa, la portabilità del mutuo non conviene se hai un mutuo acceso da molti anni e ti rimane da restituire principalmente la quota capitale. Ovvero l'importo vero e proprio ottenuto dal primo istituto di credito che non può essere soggetto a modifiche in fase di surrogazione del mutuo.