Il Fondo di Garanzia è stato istituito dal Governo con l'intento di aiutare le giovani coppie ad ottenere un mutuo per l'acquisto della prima casa. Un sostegno indispensabile e decisamente apprezzato stando ai recenti dati diffusi dall'Abi (Associazione Bancaria Italiana) che confermano l'enorme crescita di mutui erogati agli under 35 nel corso dell'ultimo semestre.

La ripresa dell'economia nazionale si manifesta anche attraverso la maggiore fiducia dei risparmiatori che tornano ad investire nel mattone, prestando sempre grande attenzione alla scelta del finanziamento e ai costi connessi.

Fondo di Garanzia: aumentano le richieste degli under 35

La ripresa del settore mutui sarebbe in parte sostenuta dalla possibilità di accedere al Fondo di Garanzia. Secondo i dati pubblicati dal Ministero dell'Economia e delle Finanze e dall'ABI sarebbero circa 300 le domande inviate giornalmente nel solo mese di marzo, con un totale di 40.432 mutui accessi presso gli oltre 175 istituti di credito aderenti. Secondo le ultime stime, gli importi finanziati sono pari a 4,5 miliardi di euro.

Ad usufruire delle agevolazioni previste dal Fondo di Garanzia sono soprattutto le giovani coppie, in cui almeno uno dei due ha un'età inferiore ai 35 anni. Grazie a questo strumento anche coloro che possiedono dei contratti di lavoro atipici e non sono in grado di fornire alle banche le garanzie normalmente richieste, possono ottenere un mutuo per acquistare la prima casa.

Il successo di questo strumento è dovuto anche alla sua flessibilità e alla possibilità di poterlo richiedere anche per interventi di ristrutturazione o finalizzati all'accrescimento dell'efficienza energetica di immobili adibiti a prima casa. Inoltre, in presenza di un numero elevato di domande sarà garantita la priorità alle giovani coppie under 35 o ai nuclei monogenitoriali con figli minori, nonché di giovani con contratti di lavoro atipici. Proprio per queste ragioni il Fondo di garanzia è considerato uno strumento di grande sostegno per la crescita dell'economia e per l'inclusione sociale.

Da leggere: Mutui Verdi: agevolazioni per chi investe nel green

Quali sono i requisiti previsti dal Fondo di Garanzia?

Il Fondo di Garanzia rappresenta una forma di sostegno per le categorie di risparmiatori più deboli e in difficoltà. Tuttavia, per accedervi bisogna dimostrate di possedere alcuni specifici requisiti:

· non possedere altre abitazioni;

· che l'abitazione che intendono acquistare sia destinata ad esclusivo uso abitativo e non faccia parte delle categorie catastali A1, A8 e A9, definite di "lusso":

· nella coppia, almeno uno dei richiedenti dovrà possedere un contratto a tempo indeterminato.

Grazie al Fondo di Garanzia si potrà beneficiare di una copertura del 50% della quota capitale per mutui ipotecari, di importo fino a 250.000 euro, ma anche per finanziamenti finalizzati ad interventi di ristrutturazione o volti ad incrementare l'efficienza energetica.

Cosa bisogna fare per accedere al Fondo di Garanzia?

Per presentare la propria richiesta di accesso al Fondo di Garanzia bisogna recarsi presso una delle banche aderenti, compilare l'apposita domanda e allegare tutta la documentazione richiesta. A questo punto sarà la stessa banca ad inviare il plico al Gestore Fondo per la Casa. A tutte le domande sarà attribuito un numero di protocollo, che definirà l'ordine di precedenza in caso di elevato numero di richieste.

L'esito della richiesta verrà comunicato in tempi piuttosto ristretti: circa 15 giorni in caso di ammissione della domanda, 3 giorni in caso di rifiuto. In caso positivo, la somma richiesta verrà erogata entro 30 giorni lavorativi. Occorre precisare che tutte le banche hanno la facoltà di rifiutare le richieste qualora emergessero delle criticità in seguito all'analisi della situazione creditizia dei risparmiatori.