L'acquisto di una nuova casa rappresenta sicuramente un passo importante nella vita di ognuno di noi. Tra le motivazioni che spesso suscitano maggiori preoccupazioni per i risparmiatori rientra senza dubbio l'accensione di un mutuo, necessario per procedere con l'acquisto concreto dell'immobile soprattutto se non si possiede la liquidità necessaria.

Il calo dei tassi d'interesse sui mutui registrato negli ultimi anni ha senza dubbio favorito la ripresa del mercato immobiliare che tuttavia manifesta delle forti differenze tra le città del Nord e del Sud del Paese. La principale differenza riguarda proprio il prezzo delle abitazioni, infatti ci sono città in cui il prezzo degli immobili è decisamente più elevato rispetto ad altre a parità di metratura.

Da leggere: Novità Ddl Concorrenza: tutti gli aggiornamenti 2017 sui mutui

Quanto costa acquistare casa in Italia?

Il prezzo delle case in Italia è stato l'oggetto di una ricerca condotta da Tecnocasa, società specializzata nella vendita di immobili, mirata ad a definire prezzo medio delle abitazioni nelle principali città d'Italia. Lo scopo dello studio è capire quali sono le reali possibilità di acquisto di un soggetto che dispone di un budget di 200.000euro.

I risultati hanno messo subito in evidenza un forte divario tra il nord e il sud del Paese, collocando la Capitale sul podio delle città con le case più care d'Italia. Se il nostro "aspirante acquirente" con un budget di 200.000euro volesse comprare una casa a Roma non potrebbe "permettersi" un'abitazione più grande di 66metri quadri. Se invece le sue attenzioni di spostassero su Palermo, con lo stesso capitale, potrebbe addirittura acquistare una casa di circa 170metri quadri.

Oltre a Roma, il prezzo delle abitazioni è decisamente elevato anche a Milano. La classifica pone al terzo posto Firenze, e a seguire Napoli, Bologna, Bari, Torino, Verona, Genova.

Come varia il prezzo delle case nella stessa città?

Il prezzo delle abitazioni può subire delle forti variazioni anche all'interno della stessa città, semplicemente passando da un quartiere all'altro. Ad esempio a Milano con lo stesso importo è possibile acquistare una casa di appena 36metri quadri in una zona centrale, oppure una di oltre 70 metri in una zona semiperiferica. La differenza tra un quartiere e l'altro sembra essere meno evidente a Firenze, dove il prezzo delle abitazioni non subisce forte variazioni da una zona all'altra della città.

Qual è l'andamento del mercato immobiliare in Italia?

I prezzi delle case non solo alti solo nelle grandi città del Nord e del Centro Italia. I risultati della ricerca segnalano due casi interessanti: Torino e Genova. In queste due città è possibile acquistare con 200.000euro un'abitazione di circa 150 metri. Si tratta di un segnale importante, che sottolinea la necessità di ridurre i prezzi delle abitazioni pur di favorire la vendita. Ad esempio a Genova i prezzi delle case nel 2017 sono scesi del 51% rispetto al prezzo medio del 2016.

Nonostante questi casi, l'ultimo trimestre del 2016 ha segnato una fase di ripresa del mercato immobiliare in molte città italiane. Ad esempio a Bologna, Firenze, Verona, Bari, Milano e Palermo dove è stata registrata una crescita dei prezzi medi delle abitazioni dello 0,1%.