La surroga del mutuo INPDAP è una soluzione di finanziamento che ti consente di trasferire il tuo mutuo dall'istituto di credito con cui lo hai sottoscritto all'INPDAP, o meglio all'INPS, visto che dal gennaio 2012 il vecchio Istituto nazionale di previdenza e assistenza per i dipendenti dell'amministrazione pubblica (INPDAP) è confluito appunto nell'INPS (Istituto Nazionale Previdenza Sociale).

Tra le varie attività dell'INPS (ex-INPDAP), c'è infatti anche quella di erogare dei mutui per acquisto o ristrutturazione casa, a cui possono accedere tutti i lavoratori pubblici a tempo indeterminato iscritti alla Gestione Dipendenti Pubblici da almeno 1 anno, e i pensionati iscritti alla Gestione unitaria autonoma delle prestazioni creditizie e sociali.

In questo articolo vedremo come funziona la surroga del mutuo INPS, riferendoci ad essa anche come surroga del mutuo INPDAP, visto che molti utenti sono rimasti legati al vecchio nome dell'ente pensionistico.

Surroga mutuo INPDAP: di cosa si tratta

La surroga del mutuo, in generale, consente di ottenere condizioni più convenienti per il proprio finanziamento trasferendolo ad un'altra banca o istituto di credito. La Legge Bersani del 2007 ha reso questo procedimento completamente gratuito: il vincolo principale è che l'intestatario del mutuo – e il garante, se presente – devono restare gli stessi. L'importo del nuovo mutuo dovrà inoltre essere pari al capitale residuo ancora non rimborsato del vecchio finanziamento.

Se rientri nelle due categorie di lavoratori e pensionati pubblici prima indicate, puoi effettuare la surroga INPDAP, mantenendo l'ipoteca originaria ma negoziando con l'INPS un nuovo tasso di interesse e una diversa durata del finanziamento.

DA LEGGERE: Surroghe: quante volte puoi spostare il mutuo in un'altra banca?

Surroga del mutuo INPS: requisiti e vincoli

La concessione di mutuo surroga da parte dell'INPS è subordinata al rispetto di alcune condizioni. Innanzitutto l'immobile, libero e ubicato nel territorio italiano, non deve essere classificabile come abitazione di lusso secondo i criteri del decreto ministeriale 1072/1969.

Essendo inoltre i mutui INPS riservati all'acquisto della prima casa, il mutuatario e i membri del suo nucleo familiare non devono essere proprietari di un'altra abitazione. A questa regola sono previste alcune eccezioni, ad esempio nel caso l'immobile sia stato dichiarato inagibile a causa di calamità naturali.

L'importo del finanziamento deve infine rientrare nei limiti fissati dal regolamento, ossia 300.000 euro per l'acquisto o la costruzione della prima casa, 150.000 euro per lavori di ristrutturazione, 75.000 euro per un box auto.

Surroga mutuo INPDAP: come farne richiesta?

Per ottenere la surroga del mutuo INPDAP bisogna innanzitutto presentare la domanda all'INPS, compilando gli appositi moduli scaricabili dal sito dell'ente. L'INPS eroga i finanziamenti sulla base della disponibilità finanziaria quadrimestrale del Fondo Credito, per cui l'accettazione della richiesta è subordinata al fatto che siano rimasti fondi sufficienti. La tua domanda di surroga sarà quindi inserita in una graduatoria, insieme a tutte le altre richieste di finanziamento. La data entro cui presentarla varia a seconda del quadrimestre:

  • dal 1 al 10 gennaio per il 1° quadrimestre (gennaio-aprile);
  • dal 1 al 10 maggio per il 2° quadrimestre (maggio-agosto);
  • dal 1 al 10 settembre per il 3° quadrimestre (settembre-dicembre).

Ti ricordiamo infine che la richiesta deve essere inviata all'Ufficio Provinciale o Territoriale dell'INPS competente per il territorio dove è ubicato l'immobile.