Qual è il miglior mutuo a tasso fisso per il 2017? Se in questi giorni stai valutando l'accensione di un nuovo mutuo e desideri ottenerlo a tasso fisso, in modo tale da avere la sicurezza di pagare sempre la stessa rata nel corso degli anni, allora vorrai di certo sapere quali sono le banche che mettono a tua disposizione le migliori condizioni per accendere un mutuo a tasso fisso. Devi sapere che in questa prima metà del 2017 sono molte le banche che offrono delle ottime opportunità. In questo articolo desideriamo elencarti quali sono i migliori mutui a tasso bloccato: nei prossimi paragrafi trovi tutti i dettagli a riguardo.

Miglior mutuo a tasso fisso: come funzionano?

Cosa bisogna tenere in considerazione per valutare quale sia il miglior mutuo a tasso fisso attualmente disponibile sulla piazza? Prima di iniziare è bene fornirti una breve panoramica sui principali parametri da valutare durante la stipulazione di un nuovo mutuo, in modo tale che tu possa comprendere al meglio la nostra selezione dei migliori mutui per il 2017.

Innanzitutto, i mutui che prendiamo in considerazione in questo articolo sono mutui finalizzati, in genere richiesti per l'acquisto della prima o seconda abitazione o per una surroga di un vecchio mutuo. Ciò significa che durante la stipulazione del mutuo dovrai dichiarare le tue finalità d'utilizzo della liquidità così ottenuta. Per quanto riguarda le tempistiche, invece, solitamente un mutuo richiede un piano di ammortamento più lungo, che potrà oscillare dai 10 ai 30 anni.

Per poter richiedere un mutuo devi possedere alcuni requisiti specifici: devi innanzitutto essere un cittadino italiano, membro del'UE o extra-comunitario residente in Italia, ovviamente è richiesta la maggiore età per potere procedere alla stipulazione di un mutuo. Per poter accedere alla liquidità, poi, devi donare alcune garanzie alla banca con cui deciderai di accendere un nuovo mutuo, prime fra tutte un impiego stabile, che costituisca una fonte di reddito costante e sicura. Questo vuol dire che saranno nettamente privilegiate le formule contrattuali a tempo indeterminato.

Miglior mutuo a tasso fisso: cosa valutare?

Per quanto le caratteristiche del mutuo in sé, invece, devi stare attento al tasso d'interesse (TAN) che in questo caso sarà fisso. Esistono anche mutui a tasso variabile, il cui tasso d'interesse cambia nel corso del tempo, in base all'andamento dei. Ci sono poi da considerare una serie di spese accessorie che contribuiscono all'innalzamento del costo finale del tuo mutuo. Tra queste troviamo quelle richiesta dalla perizia tecnica, di istruttoria, le spese notarili, i costi di commissione calcolati su base annuale ed eventuali polizze assicurative da sottoscrivere per dare maggiori garanzie alla banca. Tutti questi valori sono indicati nel tasso effettivo annuale (TAEG).

DA LEGGERE: Mutuo a tasso fisso o variabile: quale conviene?

Miglior mutuo a tasso fisso: le banche a cui rivolgersi

Bisogna subito precisare che ormai quasi tutte le banche sono in grado di offrire diverse tipologie di mutui ai propri clienti. Tra le tante proposte possiamo segnalarti Mutuo Domus Fisso di Intesa Sanpaolo, con spese accessorie molto basse. Per la stessa tipologia di mutui seguono poi WeBank, con il suo Mutuo Fisso e Ubi Banca, con l'analoga offerta. Le stesse banche rimangono sul podio anche in occasione di mutui per l'acquisto di una seconda casa. Se stai invece cercando di finanziare la ristrutturazione della tua abitazione, oltre alle offerte di Intesa San Paolo e Ubi Banca ti consigliamo anche quelle di CREDEM. Prima di sottoscrivere il contratto ti consigliamo di mettere a confronto le condizioni contrattuali di più proposte, in modo da poter scegliere quella più adatta alle tue esigenze.