Tutte le persone che manifestano oggi il bisogno o il desiderio di una propria abitazione, in particolar modo le giovani coppie, sempre più spesso fanno riferimento al Fondo di garanzia per la prima casa quando si trovano a dover sottoscrivere un'offerta mutuo casa.

Se anche tu stai pensando di accendere un finanziamento per acquistare la tua prima casa, conoscere come funziona il Fondo di Garanzia ti potrebbe tornare utile. In questo articolo cercheremo quindi di spiegarti come funziona questa forma di garanzia e e quali sono i requisiti necessari per poterne usufruire.

Come funziona il Fondo di garanzia per la prima casa?

Innanzitutto, il Fondo è stato istituito per agevolare l'accesso ad un credito immediato e per favorire l'acquisto di una prima abitazione. Può contare su un plafond di 600 milioni di euro, con possibilità di finanziamento stimate tra i 12 e i 15 miliardi.

Garantito dallo Stato Italiano, il Fondo di garanzia per la prima casa contribuisce al rilascio di garanzie per il 50% della quota capitale dei mutui ipotecari erogati e fino ad un massimo di 250.000 euro, per l'acquisto o la ristrutturazione finalizzata al miglioramento dell'efficienza energetica.

Un grande aiuto iniziale, dunque, per agevolare l'acquisto di una prima casa e che viene richiesto sempre più frequentemente dalle giovani coppie alla ricerca della loro indipendenza, come testimoniato dai dati pubblicati dall'Associazione Bancaria Italiana (ABI).

Secondo le indagini condotte, infatti, le adesioni al Fondo hanno garantito lo scorso anno il rilascio di nuovi mutui garantiti da parte dei 142 istituti di credito aderenti per un valore complessivo di 221 milioni di euro. Numeri davvero confortanti e capaci di testimoniare un netto miglioramento nei rapporti di cooperazione tra banche ed istituzioni per agevolare la crescita di nuove giovani famiglie.

Questa tendenza sempre più in crescita, inoltre, ha ricevuto un'ulteriore spinta dopo la conferma da parte della Banca d'Italia sulla percentuale massima di erogazione dei mutui, passata ora al 100% (mutui al 100%) dopo il precedente tetto massimo dell'80% dettato dalla regolamentazione di vigilanza.

DA LEGGERE: Mutuo prima casa per giovani coppie: le migliori offerte del 2017

Quali sono i requisiti richiesti per aderire al Fondo?

Per richiedere tale garanzia esistono, in ogni caso, alcuni requisiti indispensabili ed altre caratteristiche che possono agevolare l'adesione al Fondo.

Prima di tutto, nella presentazione della domanda di mutuo i richiedenti non devono figurare come proprietari di altri immobili ad uso abitativo. Eccezion fatta per le abitazioni di cui si è diventati proprietari per successione e per quelle concesse in uso gratuito a genitori o fratelli.

La domanda di richiesta, inoltre, può garantire l'accesso per un massimo di due beneficiari. In secondo luogo, il Fondo garantisce un accesso agevolato per determinate categorie: giovani coppie under 35, famiglie in difficoltà, nuclei mono-genitoriali con figli minori e lavoratori con contratto atipico con meno di 35 anni. Queste categorie, è bene specificarlo, sono semplicemente agevolate, ma non rappresentano in alcun modo un requisito per ottenere la garanzia.

In definitiva, se stai cercando la soluzione più comoda e della migliore agevolazione per l'acquisto di una prima casa, questa è sicuramente la strada più intelligente da percorrere, come testimonia l'ascesa continua nelle richieste di adesione al Fondo di garanzia per la prima casa.