Ingenti sono i costi di cui bisogna farsi carico quando si decide di costruire una nuova casa o quando ci si trova a ricevere in eredità un immobile. In questi casi, infatti, le spese da sostenere per ultimare il completamento della proprietà possono arrivare a essere piuttosto elevate e capita spesso che il proprietario disponga di una liquidità insufficiente per concludere i lavori.

A questo proposito, una buona soluzione potrebbe essere quella di richiedere un mutuo per ovviare a questo tipo di problema. Numerosi sono i finanziamenti di questo tipo messi a disposizione dalla maggior parte degli istituti bancari bancari. Pensiamo ad esempio ai mutui per ristrutturazione casa che permettono di disporre della liquidità necessaria per effettuare tutti quei lavori volti al miglioramento degli ambienti interni ed esterni della proprietà.

Fra l'ampia offerta creditizia fa capolino anche il cosiddetto mutuo per completamento costruzione, ovvero quel prodotto finanziario che garantisce la copertura delle spese di completamento di un immobile. Se sei interessato a questo finanziamento, in questo articolo ti illustreremo quali sono le caratteristiche del mutuo per completamento costruzione oltre a spiegarti quali sono i suoi vantaggi.

Come funzionano i mutui per completamento costruzione?

Come dicevamo, il mutuo per completamento costruzione può rappresentare una buona soluzione per tutti coloro che hanno bisogno di coprire i costi dei lavori legati al completamento di un immobile. Si tratta di un finanziamento che permette di ottenere fino all'80 % del valore dell'immobile stesso e dove, in questo caso, per valore dell'immobile intendiamo il valore che la casa acquisirà una volta terminati i lavori.

E' possibile richiedere questa forma di mutuo sia per l'acquisto di una prima casa che per quello di una seconda casa e il capitale viene erogato in riferimento dei preventivi della ditta costruttrice e corrisposto progressivamente in base all'avanzamento dei lavori di costruzione.

Per quanto riguarda i requisiti di accesso al mutuo per completamento costruzione, per ottenere questo tipo di finanziamento sarà necessario dimostrare la proprietà e il possesso di un immobile ancora in costruzione. Inoltre, affinchè la richiesta vada a buon fine, l'intestatario del mutuo dovrà avere un buon profilo creditizio e dimostrare alla banca di essere in grado di farsi carico del pagamento delle rate.

DA LEGGERE: Acquisto casa su carta: vantaggi e svantaggi

Che vantaggi offrono i mutui completamento costruzione?

Fatta chiarezza sulle caratteristiche del mutuo per completamento costruzione, andiamo quindi a riassumere quali sono i punti a favore di questo tipo di finanziamento.

Il primo vantaggio è quello di avere un'IVA agevolata con aliquota al 4 %. Questo permette di ottenere un considerevole risparmio economico sul calcolo della rata del mutuo, soprattutto quando l'abitazione in questione verrà adibita a prima casa. Se si tratta di una seconda casa l'aliquota è invece del 10%.

Inoltre, proprio perché spesso le ditte costruttrici si presentano in veste di cooperative, ai compratori viene offerta la possibilità di acquistare una casa nuova a prezzi particolarmente competitivi dal momento che le cooperative non possono sforare un tetto massimo fissato per legge dal Comitato per l'Edilizia Residenziale.

Acquistare una casa con un mutuo per completamento costruzione ha quindi i suoi vantaggi ma anche qualche svantaggio. Se si ha intenzione di richiedere questo finanziamento è infatti importante tenere in conto l'eventuale fallimento della ditta costruttrice.

In secondo luogo, è importante valutare con attenzione i lavori che devono essere ancora effettuati sull'immobile così da riuscire a conoscere in anticipo l'importo più adeguato da richiedere alla banca.

Infine, qualora decidessi di optare per questo tipo di finanziamento e l'abitazione in questione venga adibita a prima casa, è necessario tenere presente che i lavori dovranno essere terminati entro le scadenze stabilite sul contratto del mutuo. Pena la perdita dei benefici connessi alle detrazioni fiscale.