Se hai un buon reddito e una situazione economica stabile è possibile che qualche familiare o amico ti chieda il grosso favore di fare da garante per un mutuo casa. Per chi ha un reddito basso, aggiungere la firma di un garante al proprio contratto di mutuo è infatti l'unico modo per riuscire ad ottenere il finanziamento. In caso di inadempienza da parte dell'intestatario, devi però sapere che il garante rischia parecchio. Si tratta quindi di una decisione che devi prendere con coscienza e senza fretta, analizzandone tutti i vari aspetti. Vi sono infatti molti dubbi sulla figura e la funzione del garante, come ad esempio quali rischi corra in caso di mancato pagamento delle rate o se il garante di un mutuo possa richiedere un mutuo a sua volta in caso di necessità. Cerchiamo di rispondere a tutte queste domande con l'aiuto degli esperti di SuperMoney.

Cosa rischia il garante di un mutuo?

Spesso si sente dire che essere il garante per un mutuo di un familiare è solo una formalità. Magari è proprio il parente a dire così, talvolta per ingenuità, altre volte perché cerca di convincerti ad aiutarlo ad ottenere un mutuo casa. Ti assicuriamo però che fare da garante è tutto tranne una formalità: è un impegno serio, che comporta diversi rischi di cui devi essere ben consapevole prima di accettare di mettere la tua firma sul contratto di mutuo. Lo sai che cosa rischia il garante di un mutuo se il richiedente non paga le rate? Deve farsi carico del finanziamento al suo posto, ecco cosa. Nel caso in cui il richiedente non fosse più in grado di pagare regolarmente, dovresti intervenire tu, suo garante, saldando le rate al suo posto.

Molte persone credono infatti che fare da garante non sia rischioso, perché in caso di mancato pagamento delle rate la banca potrebbe rientrare del proprio credito grazie all'ipoteca sulla casa oggetto del mutuo. Non è proprio così, però. In caso di inadempienza da parte del richiedente di un mutuo con garante, la banca ha diritto a rivalersi anche su di te per recuperare quanto dovutole, spesso senza bisogno di avviare prima una procedura legale contro l'intestatario del finanziamento. Dal momento che per rientrare del credito dovuto tramite l'ipoteca potrebbero volerci diversi anni, è probabile che la banca scelga prima di tentare il recupero del credito tramite il garante, cioè te.

DA LEGGERE: Quanti anni di stipendio servono per comprare casa?

Il garante può diventare cattivo pagatore?

Si tratta quindi di un grosso impegno economico, non di una formalità. Se poi ti rifiutassi di assumerti l'impegno per il quale hai firmato, ovvero se rifiutassi alla banca il pagamento delle rate arretrate, sappi che tu e il richiedente verrete segnalati entrambi come cattivi pagatori presso le centrali di informazioni creditizie. Questo significherebbe enormi difficoltà in termini di accesso al credito: per i cattivi pagatori ottenere un prestito o un mutuo è infatti molto difficile, se non addirittura impossibile.

Inoltre, devi sapere che la banca presso la quale è stato acceso il mutuo non è tenuta ad informarti dell'andamento del rimborso da parte del richiedente, non importa se hai firmato il contratto come garante. Se quindi il richiedente pagherà in ritardo una o più rate, e per questo sarà segnalato come cattivo pagatore, lo stesso succederà a te, senza che tu ne sappia nulla Non sono rari infatti casi di soggetti che hanno scoperto di essere stati segnalati come cattivi pagatori solo quando si sono ritrovati nella condizione di dover chiedere un prestito. Per questo motivo sappi che se accetti di fare da garante del mutuo a un tuo familiare sarà compito tuo informarti sull'andamento del piano di rimborso, chiedendo direttamente all'intestatario del finanziamento.

Se faccio da garante posso chiedere un mutuo?

Se sei alle prese con la decisione se fare o meno da garante per il mutuo di un tuo amico o familiare, probabilmente ti stai chiedendo anche se il garante di un mutuo può chiedere un mutuo a sua volta. Potrebbe succedere infatti, che dopo aver garantito per il finanziamento di un tuo familiare ti possa ritrovare tu stesso nelle condizioni di aver bisogno di un prestito o di voler accendere un mutuo. Se questo fosse il tuo caso devi sapere che fare da garante non implica l'impossibilità di richiedere un finanziamento per proprio conto. Questo significa che, se il tuo reddito lo permette, non dovresti avere problemi ad ottenere un prestito o un mutuo anche se stai garantendo per il prestito di qualcun altro. Ovviamente, però,  la rata mensile del mutuo per cui stai facendo da garante inciderà sulla rata del finanziamento che potrai richiedere, poiché la banca potrebbe considerarla come già impegnata, o almeno una parte di essa, a seconda delle politica interna adottata.