La ripresa del mercato immobiliare continua anche nel nuovo anno lasciandosi alle spalle la lunga crisi degli anni passati. A favorire l'aumento delle compravendite immobiliari contribuisce da una parte la maggiore stabilità dei prezzi del mercato, e dall'altra le numerose offerte per le soluzioni usate e per gli immobili di nuova costruzione non ancora collocate sul mercato. Un ulteriore incentivo all'acquisto sembra arrivare anche dalla maggiore apertura manifestata dalle banche che propongono soluzioni per i mutui e i finanziamenti senza dubbio più flessibili, pur mantenendo alta la soglia di attenzione.

Secondo una recente indagine condotta da Tecnocasa a livello nazionale, la scelta di una nuova casa sarebbe non solo influenzata dal prezzo, ma anche dalla qualità abitativa determinata ad esempio dall'adozione di soluzioni energetiche di qualità e in grado di assicurare un consumo contenuto. Dunque la ripresa del mercato immobiliare italiano sarebbe il risultato di molteplici fattori, non solo i prezzi più stabili e le condizioni di finanziamento più vantaggiose, ma anche la ricerca di soluzioni abitative di maggiore qualità che giustificano quindi l'acquisto di immobili dai prezzi più elevati.

Da leggere: Tre cose da fare prima di acquistare casa

Ripresa del mercato immobiliare: cosa acquistano gli italiani?

Oltre alla ricerca di immobili con un prezzo vantaggioso, gli italiani sembrano basare la loro scelta d'acquisto anche sull'analisi di alcuni specifici elementi, come ad esempio la valutazione della zona in cui l'immobile è collocato, della classe energetica di appartenenza dell'edificio e dalla possibilità di apportare delle modifiche per personalizzare l'abitazione. Queste variabili farebbero quindi orientare una parte delle scelte d'acquisto verso soluzioni di pregio dai prezzi decisamente più elevati.

Le possibilità di vendita calano drasticamente per gli immobili di bassa qualità, nonostante siano spesso proposte a prezzi davvero contenuti. Per questa particolare tipologia di immobili l'unico incentivo alla vendita potrebbe arrivare dalle agevolazioni fiscali e incentivi statali per gli interventi di ristrutturazione. La ripresa del mercato immobiliare sembra coinvolgere non solo l'acquisto della prima casa, ma anche della casa per le vacanze e delle seconde abitazioni. Tuttavia la crescita di questi particolari segmenti del mercato potrebbe rafforzarsi solo se i prezzi continueranno ad essere stabili anche nei prossimi mesi.

Quali sono le soluzioni di finanziamento più richieste?

L'acquisto di una nuova abitazione è spesso connesso alla richiesta di un mutuo. Tuttavia nel corso degli ultimi mesi si è registrata una forte crescita anche dei mutui surroga, che rappresentano il 66,7% delle erogazioni totali contro il 27,1% delle richieste mutui per l'acquisto della prima casa, in calo rispetto allo scorso anno. In merito ai tassi d'interesse, i dati Tecnocasa confermano la netta preferenza per il tasso fisso che rappresenta il 75,5% delle sottoscrizioni, mentre il tasso variabile si attesta su valori più contenuti, circa il 22,5%.

In merito alla durata, gli italiani mostrano ancora una certa prudenza prediligendo soluzioni comprese tra i 15 e i 20 anni. Le richieste continuano invece a crescere con maggiore velocità nelle località del Centro Italia, da cui provengono il 41% delle richieste del mercato, seguite dal Nord con il 38%, dal Sud con il 14% e dalle isole con solo il 5.7% delle richieste di mutuo.