Acquistare un'abitazione è un passo importante che permette di acquisire indipendenza ed effettuare un investimento importante per il proprio futuro. La maggior parte delle volte i consumatori non dispongono della liquidità necessaria per entrare in possesso della casa dei propri sogni. In queste circostanze si può ricorrere all'aiuto delle banche. Nel momento in cui scegliamo di ricorrere ad un finanziamento è bene sapere che ci sono alcuni fattori di cui tener conto, per effettuare una scelta quanto più consapevole possiamo informarci sul calcolo delle rate del mutuo così da optare per un piano di ammortamento in linea con le nostre possibilità.

Un altro importante fattore nella valutazione di un mutuo adeguato è il profilo del consumatore, occorre infatti scegliere un mutuo Cariparma, piuttosto che Barclays tenendo conto anche delle proprie esigenze personali: confrontare più opzioni tra quelle presenti sul mercato ci aiuterà ad individuare velocemente una soluzione in linea con le nostre richieste.

Dopo il taglio dei tassi d'interesse sui finanziamenti disposto dalla Bce la scorsa estate, ulteriori buone notizie per i risparmiatori italiani arrivano dal fronte nazionale. È stato firmato infatti, dal direttore generale del Tesoro, Vincenzo La Via e dal direttore generale dell'Abi (Associazione Bancaria Italiana), Giovanni Sabatini, il Protocollo di intesa per il nuovo Fondo di garanzia per la casa. Le nuove disposizioni per i mutui erano state previste dal decreto interministeriale del 31 luglio scorso.

Per il nuovo Fondo di Garanzia sono stati stanziati 650 milioni di euro, che potranno attivare circa 20 miliardi di nuovi finanziamenti. Le concessioni previste saranno nella misura massima del 50% della quota capitale di mutui ipotecari, non superiori a 250mila euro, per l'acquisto (o l'acquisto con ristrutturazione e riqualificazione energetica) di immobili, non di lusso, che saranno adibiti ad abitazione principale del contraente.


Possono infatti richiesta delle nuove agevolazioni tutti coloro che, alla data di presentazione della domanda di mutuo, non posseggano altri immobili di proprietà, fatta esclusione per quelli ereditati. Sarà istituito un "tasso calmierato" per giovani coppie, nuclei familiari monogenitoriali con figli minori, giovani di età inferiore ai 35 anni con un rapporto di lavoro atipico, conduttori di alloggi di proprietà degli IACP, comunque denominati.

Le banche e gli intermediari finanziari hanno trenta giorni lavorativi, dal momento della loro adesione all'iniziativa, per erogare il servizio ai cittadini. In seguito si potranno presentare le domande di accesso al Fondo direttamente all'istituto finanziario cui si richiede il mutuo.