Per acquistare casa, il calcolo della rata del mutuo aiuta nella scelta di un finanziamento vantaggioso, soprattutto quando l'istituto di credito a cui ci affidiamo per il finanziamento offre la possibilità di "personalizzarlo" come vogliamo: scegliere il tasso di interesse, la durata, le eventuali garanzie assicurative accessorie e così via.

Comprare casa all'estero, però, può apparire un processo difficile, soprattutto quando si vorrebbe gestire la pratica comodamente dall'Italia. Eppure, non è un processo così ostico: confrontare i prodotti di Barclays, ad esempio, con quelli di altri istituti che hanno filiali anche all'estero permette di chiedere un mutuo in modo estremamente semplice.

Ma vediamo nel dettaglio quali sono le possibilità a disposizione per gli acquirenti che decidono di investire nel mattone fuori dall'Italia. Come già anticipato, un grande aiuto lo danno le banche internazionali. Sceglierne una che ha una filiale nel paese in cui vogliamo acquistare casa permette di gestire comodamente la pratica dall'Italia senza doversi preoccupare troppo di come far effettuare la perizia in loco.

Ci sono poi banche per cui il problema della perizia si fa complicato, anche se offrono finanziamenti senza limiti territoriali. In questo caso parte della pratica andrà gestita, per così dire, personalmente, facendo un gran lavoro di ricerca per individuare quali Stati prevedono sistemi di incentivazione all'acquisto di immobili da parte di stranieri.

Infine, c'è ancora un'altra possibilità: rivolgersi a una banca del posto. Certo, c'è il grande scoglio della lingua, ma questo può essere superato rivolgendosi alle agenzie immobiliari. Anche in quest'ultimo caso vale quanto detto delle banche internazionali: le agenzie che hanno filiali sia in Italia che all'estero possono farsi intermediarie con le banche locali e in questo modo è possibile avere tassi molto più vantaggiosi rispetto a quelli richiesti dalle nostre banche per questo tipo di finalità.

Insomma, se cercate bene le possibilità si trovano e non è difficile pensare che la burocrazia che incontrerete in un altro Stato sia molto più snella di quella italiana.