Qual è il mutuo casa più conveniente? Ottima domanda, il problema è che esiste una risposta diversa per ognuno di noi. Tantissime le variabili da considerare: tipologia di tasso, durata dell'ammortamento, importo della rata mensile. Decine di questioni che affollano la mente di chi è in procinto di scegliere il mutuo che, magari, gli permetterà di acquistare la sua prima abitazione.

Innanzitutto, tramite i siti di comparazione di tassi, si possono fare molti esperimenti, valutando in base ai risultati le nostre reali possibilità di restituzione del mutuo. Confrontare le offerte di Mutuo Arancio, Cariparma, BNL, Banca Intesa, ecc. ci aiuterà a decidere non solo a che banca rivolgerci ma soprattutto quali condizioni scegliere.

Anche noi abbiamo effettuato uno di questi esperimenti, ipotizzando di richiedere una sostituzione del mutuo più una certa liquidità come un 35enne dipendente a tempo indeterminato. La somma che ci serve è di 150 mila euro da restituire in 20 anni per l'acquisto di un immobile del valore di 300 mila euro.

Grazie al comparatore di tassi SuperMoney, abbiamo trovato tre offerte: la più conveniente è quella di BNL che offre un tasso variabile con un Taeg del 2,73% con 925 euro di spese iniziali e 684 euro totali di spese ricorrenti, ovvero il costo totale dell'assicurazione sul mutuo che, tuttavia, avrà un costo mensile molto ridotto. La rata da pagare sarà di 799,17 euro mensili. La gestione delle operazioni preliminari potrà essere eseguita in filiale.

Segue Mutuo Arancio di Ing Direct che invece ci offre un tasso variabile con Taeg del 3,18%, per una rata mensile di 819,08 euro al mese, tranne le prime due che saranno invece leggermente più elevate, 856,36 euro. Prevede inoltre spese iniziali pari a mille euro ma, rispetto a BNL non ha spese ricorrenti. Mutuo Arancio prevede però un inasprimento del tasso nel caso non si possedesse un conto Ing Direct e la gestione delle pratiche completamente online.

Terzo per convenienza il mutuo di CheBanca!; l'offerta prevede un mutuo a tasso variabile con un Taeg del 3,28% e 1700 euro di spese iniziali; anche le spese ricorrenti in questo caso sono gratuite. La rata mensile richiesta sarà di 837,39 euro.