Si sa, il mercato dei mutui e quello degli immobili si muove di pari passo. Dopo un periodo nero con il calo dell'erogazione di finanziamenti, sembra che la situazione registri un lieve miglioramento. Per richiedere un mutuo si può iniziare ad informarsi su come calcolare la rata più vantaggiosa confrontando le offerte degli operatori.

E così come cambia il mercato, cambiano anche i trend. L'ultimo riguarda la predisposizione dei consumatori a cambiare i mutui a tasso fisso, preferendo passare ad un tasso variabile mettendo di nuovo a confronto i prodotti degli operatori: la surroga del mutuo infatti permette la "portabilità" di un mutuo da un tasso all'altro, permettendo ai consumatori di scegliere una soluzione ancora più conveniente.

Ci sono però casi diversi e il panorama della richiesta di finanziamenti cambia in base alle regioni. Nell'arco del 2013, ad esempio, il Lazio ha registrato un importante calo nell'erogazione dei mutui.

A rivelarlo è un'indagine di Tecnocasa che fa il punto della situazione sull'erogazione di mutui in tutta Italia. L'analisi parla di una riduzione complessiva del 13,1% dal 2012 al 2013. Lo scorso anno, infatti, la concessione di mutui per l'acquisto di immobili a tutte le famiglie italiane aveva generato un volume di finanziamenti pari a 21 milioni 503 mila euro.

Questo significa che il calo nelle erogazioni è pari a un controvalore di 3 milioni 252 mila euro. Nel Lazio la crisi del mercato si è fatta sentire particolarmente, con una flessione superiore alla media nazionale. Infatti, l'erogazione di mutui nella regione è calata del 13,2% dal 2012 al 2013.

Lo scorso anno sono stati concessi finanziamenti per un totale di circa 2 milioni 793 mila euro, mentre l'anno precedente, il 2012, aveva registrato un totale di circa 3 milioni 217 mila euro. Si conta quindi un controvalore importante, anche se quest'anno sembra essere iniziato con leggeri miglioramenti, soprattutto dopo un 2013 da dimenticare.

Il Lazio si conferma comunque come una delle regioni che eroga più mutui, e la situazione nazionale ha lasciato nel 2013 Roma come provincia al primato nella concessione di finanziamenti per l'acquisto di immobili, seguita da Milano e Torino.