Sottoscrivere un mutuo sulla casa è uno dei passi più importanti nella vita, anche perché di solito rappresenta l'acquisto della prima casa e anche, per chi fosse dell'idea, il matrimonio e la sistemazione definitiva fuori dall'universo dei single. Nel momento in cui decidiamo di cercare un mutuo, però, ci sono una serie di parametri da valutare attentamente, tra i quali sicuramente l'importo della rata, la durata dell'ammortamento, il tipo di tasso di interesse.

Una volta decise quali caratteristiche dovrà avere il nostro mutuo e aver confrontato le varie offerte di Mutuo Arancio, Cariparma, Barclays, ecc., trovando la banca che risponde maggiormente alle nostre esigenze, questa ci fornirà il contratto del mutuo da sottoscivere; firmare il contratto significa accettare tutte le condizioni presentate nello stesso, dando inizio alla trafila burocratica che porterà all'erogazione del finanziamento.

Prima di firmare il contratto del mutuo tuttavia dobbiamo prenderci tutto il tempo necessario a leggerlo con attenzione, in modo da contestare o farci spiegare articoli poco chiari. Il contratto del mutuo infatti, a causa di termini tecnici, può risultare una lettura tutt'altro che digeribile, anche se, secondo il Codice del Consumo, il consumatore ha diritto a un'informazione sempre comprensibile: di conseguenza per qualunque dubbio è possibile domandare spiegazioni alla banca.

Se il foglio illustrativo con le principali condizioni e clausole economiche si può facilmente recuperare sul sito dell'istituto da cui vogliamo farci erogare il mutuo e il contratto ci verrà fornito direttamente dalla banca, questa dovrebbe consegnarci anche un prospetto chiamato ESIS (European Standardised Information Sheet), raccomandato dalla Commissione Europea.

Questo prospetto ci fornirà un'informazione personalizzata relativa al prodotto che abbiamo scelto, con tutte le condizioni economiche precise, a partire proprio dal Taeg, il tasso effettivo globale che ci indicherà l'esatto costo del mutuo, comprensivo anche di spese di istruttoria. È opportuno anche ricordare che la consegna da parte della banca del contratto di mutuo non impegna nessuno dei soggetti interessati a concludere la trattativa.

Si tratta comunque di documenti preliminari, per lo meno nel caso del foglio illustrativo e dell'ESIS, che risultano però molto utili per aiutare nella scelta di un prodotto di credito conveniente e soprattutto che risulti sopportabile per le finanze familiari.