La crisi del mercato immobiliare forse sta per riequilibrarsi: dal 2010 ad oggi, infatti, si è assistito ad una diminuzione delle compravendite e del valore degli immobili e, contemporaneamente, alla stretta del credito delle banche alle richieste di mutuo. Capire come calcolare la rata del mutuo avrà aiutato qualcuno a chiedere il migliore, altri invece, avranno rinunciato all'acquisto.

Sicuramente, poi, confrontare le offerte di Barclays con quelle di Cariparma e degli altri istituti di credito, avrà aiutato qualcun altro nella ricerca del miglior mutuo per la casa. Secondo gli ultimi dati, quindi, in Italia le richieste di mutuo e le compravendite degli immobili sono molto legate e dipendono ancora molto l'una dall'altra.

Uno studio di Tecnocasa, però, ci dice che a comprare maggiormente le case sono i pensionati: nel secondo semestre del 2013, infatti, ben il 9,2% di tutti gli immobili acquistati sono finiti in mano a pensionati che nel 62,5% dei casi hanno comprato l'abitazione principale, nel 27,7% hanno investito e nel 9,8% dei casi hanno acquistato una casa per le vacanze.

Di questi poi, solo il 16% ha richiesto un mutuo per portare a termine la compravendita: il restante 84% ha invece acquistato senza l'ausilio di alcun istituto bancario.

Inoltre, le richieste dei pensionati si sono focalizzate nel 35% dei casi in acquisto di trilocali, nel 27% dei casi di bilocali e solo nel 16% nell'acquisto di quadrilocali; non sono mancate le villette e le case indipendenti scelte nel 12,3% dei casi.

A quanto sembra, infatti, i prezzi stanno a poco a poco diminuendo e a questo dato corrisponde una richiesta sempre più indirizzata verso immobili più grandi. Analizzando nel dettaglio la domanda immobiliare generale, nei primi mesi del 2014 la richiesta maggiore è stata proprio quella del trilocale, con il 36,6% delle preferenze.

A seguire, il bilocale con il 29,5% delle preferenze, dei quadrilocali con il 21,7% e dei cinque locali con l',8,4%. La ricerca è a cura di Tecnocasa e conferma il trend che ha visto un aumento dello 0,7% del trilocale rispetto a qualche mese prima (luglio 2013).

Nel dettaglio, a Bologna si è registrato l'aumento maggiore di trilocali, seguita da Genova con i quadrilocali e Verona per i bilocali. A Napoli, a Roma e Milano, invece, vincono i bilocali, forse a causa dei prezzi ancora troppo alti in città molto grandi come queste.