I giovani che vogliono comprare la prima casa sono sempre in difficoltà nel trovare il giusto finanziamento: tuttavia grazie a internet è possibile confrontare i mutui più convenienti e scegliere il migliore per le proprie esigenze. Fra le varie offerte presenti oggi sul mercato c'è anche quella di Banca Carim che ha lanciato in promozione per i mesi di maggio, giugno e luglio 2014 un mutuo a tasso agevolato dedicato alle giovani coppie.

Se abitate sulla riviera romagnola e volete acquistare un'abitazione, quindi, avrete bisogno di trovare i mutui prima casa più vantaggiosi: confrontare le offerte di UniCredit e Intesa Sanpaolo con quella di Banca Carim è un ottimo modo per risparmiare. Come anticipato, per i giovani sono previsti tassi molto convenienti e lo spread è fissato al 2,20%. Tocca affrettarsi, però, a sfruttare la promozione perché dura soltanto fino a luglio 2014. Una volta fatta richiesta per il mutuo, però, i tempi di risposta sono rapidi.

Banca Carim, dunque, si mette ancora in evidenza per offerte di mutui prima casa volte a rilanciare il settore immobiliare e il potere di acquisto delle giovani famiglie. Per questa offerta, poi, sono stati stanziati circa 50 milioni di euro. Si prosegue dunque nella direzione delle agevolazioni al credito dopo i 350 milioni stanziati nell'ultimo anno e destinati ai nuovi crediti.

"Continuiamo nella politica di sostegno alla ripresa dell'economia - ha dichiarato il Presidente di Banca Carim, Sido Bonfatti - da attuarsi con la concreta disponibilità di risorse economiche a condizioni vantaggiose e dirette ai giovani ed alle famiglie. Si evidenziano timidi segnali di ripresa del mercato immobiliare ed un cauto ritorno alla fiducia nell'investimento; insieme all'oggettivo calo dei costi di acquisto ciò può spingere verso quello che resta un grande sogno per le giovani famiglie, ovvero una casa di proprietà. E così restituire un po' di ossigeno alle imprese del settore".

Ovviamente potere di acquisto delle famiglie e ripresa economica sono legati fortemente e per risollevare il Paese serviranno misure strutturali da parte del governo. Tuttavia, le banche possono fare molto facendo ripartire il flusso di credito verso giovani e imprese.