Se volete comprare casa è bene sapere come si fa il calcolo della rata del mutuo: tramite una comoda procedura su internet è infatti possibile fare una stima del costo del finanziamento più adatto alle proprie esigenze. In un'unica schermata compariranno le banche che offrono le condizioni più vantaggiose con importo della rata, Tan, Taeg e tutti i dettagli. Quando si cerca il mutuo più conveniente però è anche utile considerare le spese di istruttoria: ma cosa sono e quanto possono costare?

Le spese di istruttoria sono tutti quei costi addebitati dalla banca al cliente per le varie procedure preliminari alla concessione del mutuo. Se volete confrontare le offerte di Barclays con quelle di Cariparma o di altri istituti di credito, dunque, è bene valutare anche queste spese per scegliere la proposta più vantaggiosa. Bisogna sapere, infatti, che le spese di istruttoria in alcuni casi possono anche superare i 1.000 euro, ma risparmiare è possibile.

Fra le spese di istruttoria che la banca mette in conto al mutuatario ci sono quelle relative alla verifica patrimoniale e reddituale del cliente. Prima di fare il calcolo della rata del mutuo, infatti, gli istituti di credito fanno degli accertamenti sulle capacità di rimborso dei clienti. È evidente che le spese possono aumentare in base all'importo di finanziamento richiesto.

Inoltre per i mutui di acquisto casa le spese di istruttoria comprendono anche i costi di perizia immobile: in pratica la banca si informa tramite un ufficio tecnico sul valore commerciale dell'immobile sul quale avverrà l'ipoteca che rappresenta la garanzia del finanziamento. La perizia dell'immobile, ovviamente, può tornare utile anche al mutuatario che vuole sapere il reale valore del proprio investimento.

Facendo un confronto di mutui su internet ci si accorge subito come le spese di istruttoria possano anche superare i 1.000 euro in alcuni casi: tuttavia alcuni istituti di credito azzerano completamente questi costi a carico del cliente. Stiamo parlando delle offerte di mutui on line come quelle di Webank o di IWBank che permettono di risparmiare. Per scegliere l'offerta più vantaggiosa però il consiglio è sempre quello di guardare il Taeg che indica il reale costo del finanziamento.