I tempi sono duri e acquistare una casa non è certo così semplice: il valore degli immobili rimane comunque molto alto e in un periodo di instabilità economica e lavorativa come questo accendere un mutuo non è alla portata di tutti. Capire come calcolare la rata del mutuo, però, potrà essere un valido supporto a chi voglia capire effettivamente le sue possibilità economiche nella restituzione del mutuo.

Scegliere il miglior mutuo per la prima casa, infatti, è ancora più difficile perché possibilmente si è alle prime armi e non si sa come affrontare una situazione del genere. In questi casi, la prima cosa da fare è quella di informarsi e di confrontare le varie offerte presenti nel mercato.

Solo conoscendo qualche aspetto in più dell'argomento, si potrà far luce su quali siano le soluzioni migliori per non rischiare di cadere in insolvenza bancaria e scegliere, quindi, un mutuo vantaggioso.

Bisogna sapere, per esempio, quale sia la differenza tra mutui a tasso fisso e a tasso variabile: i primi, sono quelli che si restituiscono a rate fisse per tutta la durata stabilita, mentre quelli a tasso variabile seguono le variazione degli indici Euribor o Mce.

Entrambi hanno vantaggi e svantaggi che possono essere misurati sulla base delle esigenze del singolo acquirente: sicuramente scegliendo un tasso variabile si potranno avere canoni mensili più alti o più bassi in base alle variazioni degli indici di mercato.

Ricerche dicono che per adesso questi sono molto convenienti. Con l'aiuto del portale di confronto tariffe abbiano potuto capire quali siano i migliori mutui a tasso variabile che ci permettano di restituire un prestito di 250 mila euro in 25 anni.

A Milano, le offerte migliori sono quelle di Deutsche Bank, Hello Bank! e Cariparma. La prima offre Mutuo Pratico A Tasso Variabile a rate mensili di 1.161,61 euro. Qui, il Taeg è al 2,92% e l'indice Euribor è al 2,50%. Sono previste sia l'istruttoria (700,00 euro) che ovviamente la perizia (390 euro).

La seconda offerta è quella di HELLO BANK! che offre il mutuo Hello! Home Variabile ad un tasso variabile Euribor del 2,60%. Qui il Taeg è al 2,95% e le rate mensili sono di 1.164,70 euro. La perizia è di 250 euro, mentre per l'istruttoria non sono previste spese.

Cariparma, poi, entra in gioco con Gran Mutuo Casa Semplice a rate mensili a rate di 1.168,05 euro ed un TAEG al 2,97%. Qui il tasso variabile è al 2,55%, l'istruttoria è 500 euro e la perizia 300.

Provando a fare il confronto pure su Roma e Napoli, il risultato è stato identico, segno che l'offerta bancaria è uniforme e riesce ad offrire soluzioni convenienti per ogni tipo di richiesta, dal nord al sud Italia.