Accendere un mutuo è un'operazione necessaria ma allo stesso tempo delicata perché significa impegnarsi per molti anni con una banca nella restituzione di grosse somme di denaro: capire come calcolare la rata del mutuo, per esempio, potrebbe essere essenziale per garantirsi rate accessibili ed allontanare il rischio di insolvenza.

Scegliere il migliore mutuo per la prima casa, per esempio, vuol dire poter scegliere la soluzione più vantaggiosa che ci aiuti nel restituire il prestito ipotecario nel modo più soft possibile. Rate troppo alte, infatti, andranno a incidere sulle nostre entrate mensili e metterebbero a rischio la restituzione del denaro.

Oltretutto, non pagare le rate del mutuo ha delle conseguenze poco piacevoli per chi è debitore con la banca perché si rischia seriamente di rimanere senza un tetto sopra la testa. Come si arriva al pignoramento dell'immobile? Come poter risolvere e come evitare che accadano certe situazioni?

Una volta che la banca richiama il mutuatario per mancato pagamento del mutuo, e non ottiene risposta entro 180 giorni, questa può chiedere il rimborso immediato di tutta la somma dovuta.

Ovviamente nella maggior parte dei casi non si hanno le risorse economiche necessarie per poter venire incontro a queste spese e allora è così che scatta il decreto ingiuntivo di pagamento che precede il pignoramento.

Passato il termine ultimo dato al debitore per appellarsi all'ingiunzione, l'immobile viene pignorato e messo all'asta: anche in questo caso, però, viene data la possibilità di chiedere la conversione del pignoramento che è l'ultima possibilità che il debitore ha per riscattare l'immobile. In questa fase, per esempio, è possibile anche avere rateizzata la cifra fino a 18 mensilità.

Considerando poi, che nel caso in cui la vendita dell'immobile non basti a coprire il mutuo della banca, quest'ultima potrà richiedere al mutuatario la differenza in denaro. Come evitare però, di arrivare al pignoramento della casa?

Prima di tutto scegliere la soluzione che si adatti alle nostre possibilità economiche, dopodiché in corso d'opera, è possibile rivolgersi alla banca ed informarla della situazione e chiedere una sospensione delle rate del mutuo.

Con l'aiuto della banca, inoltre, si potrebbe optare appunto, per la sospensione delle rate del mutuo (soluzione prevista dal piano famiglie dell'ABI), rinegoziare il contratto magari allungandone la durata, o ancora decidere di versare solo gli interessi e non l'intera somma delle rate.