Per l'inizio del nuovo anno è stato siglato l'accordo siglato da Abi-Cdp che ha dato al via al Plafond Casa, con lo stanziamento di circa due miliardi di euro per consentire alle giovani coppie che desiderano acquistare "la prima casa o seconda casa di classe energetica A, B, e C", di poter accedere a mutui agevolati e di poter usufruire di bonus fino al 55% per la ristrutturazione con miglioramento energetico e/o per l'acquisto di mobilio e arredamento.

L'elenco delle banche convenzionate è visionabile sul sito online dell'Abi, insieme ai requisiti richiesti per presentare la domanda di accesso al mutuo, sull'apposito modulo di "Richiesta finanziamento beneficiario previsto dalla Convenzione ABI- CDP", erogabili dal 7 gennaio 2014, fino esaurimento fondi; il mutuo agevolato per l'acquisto della prima casa o seconda casa in classe energetica A, B, o C, sarà concesso a tassi d'interessi fissi o variabili minori rispetto al mercato fino a 250 mila euro.

Tuttavia è da tenere presente che il 30% dell'intero importo stanziato sarà destinato alle Banche Convenzionate e ai piccoli e medi Istituti di credito in difficoltà economiche, infatti, il governo delle larghe intese, per sbloccare il settore edilizio, e per sostenere sia le banche sia le famiglie italiane, stanzierà prestiti perristrutturare casa fino a 100 mila euro, e offrirà bonus fino al 55%.

In conclusione per contrastare la stretta creditizia e rilanciare il settore immobiliare colpito duramente dalla crisi di questi anni, consentirà di coprire fino al 100% del totale del valore dell'immobile, cumulando i finanziamenti agevolati che consentiranno di ottenere prestiti fino a 350 mila euro.