Vediamo cosa si prevede per i tassi di interesse dei mutui variabili nei prossimi anni e quali sono gli attuali migliori mutui di questo genere proposti sul mercato, con i dati aggiornati a gennaio 2014.

Attualmente i mutui a tasso variabile sono molto convenienti, o meglio sono molto bassi i livelli degli indici Euribor, poco sopra i minimi storici: peccato però che gli spread applicati dalle banche italiane siano forse i più alti d'Europa (sono al triplo rispetto al 2011), limitando in parte la convenienza.

Previsioni interessi mutui a tasso variabile 2014

L'indice Euribor è stato stabile nel 2013 in tutte le sue varie versioni, passando dallo 0,19% di gennaio allo 0,29% di dicembre, avendo toccato un massimo dello 0,30% (Euribor 3 mesi). Livelli decisamente buoni per chi ha un mutuo a tasso variabile o ne domanda uno in questo periodo, anche se comunque bisogna dire che indicano ristagno economico-finanziario in Europa.

Le previsioni sui tassi di interesse dei mutui per il 2014 indicano che l'Euribor dovrebbe rimanere stabile anche quest'anno, risalendo solo sul finire dell'anno e andando a toccare lo 0,35% per la versione a 3 mesi.

Attualmente l'Euribor a 1 mese è allo 0,22%, l'Euribor a 6 mesi allo 0,40%, ed entrambi sono previsti stabili come quello a 3 mesi, il più usato per i mutui variabili.

La crescita è prevista dal 2015 in poi: potrebbe chiudere l'anno allo 0,60% ed arrivare all'1% nel 2016.

Migliori mutui a tasso variabile, gennaio 2014

Confronto eseguito col comparatore mutui di SuperMoney per un finanziamento da 100mila euro con rimborso in 25 anni per acquisto prima casa da 200mila euro.

  • Mutuo Webank: rata da 428,20 euro al mese, taeg 2,94%
  • Mutuo UniCredit Valore Italia: rata da 463,10 euro al mese, taeg 3,03%
  • Mutuo Pratico Deutsche Bank: rata da 468,10 euro al mese, taeg 3,05%
  • Gran Mutuo Casa Semplice Cariparma: rata da 468,10 euro al mese, taeg 3,05%