Vediamo due tipi di mutuo offerti da BNL e UniCredit.

Iniziamo con il mutuo BNL 2 in 1. Questo tipo di mutuo è un mutuo a tasso misto, per le prime 24 rate mensili a tasso variabile, indicizzati al tasso Euribor a 1 mese e per il tempo restante a tasso fisso. Questo tipo di mutuo si può richiedere per l'acquisto della prima casa o per la ristrutturazione. L'importo massimo finanziabile è generalmente fino al 75% del valore dell'immobile ed entro il limite massimo dell'80% del valore della casa. La durata è fino a 30 anni. Le spese di istruttoria dipendono dall'importo finanziato: fino a 80.000 euro è di 1.25% (max 1.000): da 80.001 a 130.000 euro è dell'1%(minimo 800.00-max 1.300): da 130.001 a 250.000 euro è dello 0.90%(minimo 1.170-max 2.250) e oltre i 250.000 euro è di 0.90% (massimo 2.500 euro, minimo 2.250). Le spese di perizia hanno, invece, questi valori: fino a euro 110.000: 250 euro, da 110.001 a 250.000: 250 euro, da 250.001 a 500.000: 350 euro, da 500.001 a 1.000.000: euro 450, da 1.000.001 a 2.500.000: 550 euro e oltre i 2.500.000: 800 euro.

Passando adesso ad UniCredit, va sottolineato che il mutuo Valore Italia costituisce un'offerta molto interessante. Innanzitutto potete scegliere tra il mutuo a tasso variabile e quello a tasso fisso. E' un finanziamento atto all'acquisto della prima casa, l'importo minimo finanziabile è di 50.000 euro e la durata è fino a 30 anni. Lo Spread è del 2.50% per il mutuo a tasso variabile Euribor 3m. Il mutuo è riservato ai residenti in Italia da almeno 12 anni, con un'anzianità lavorativa di almeno 10 anni; è importante poi che il debito totale non deve superare più di 3 volte il tuo reddito annuale lordo e che l'importo del mutuo richiesto non sia superiore al 60% del valore della casa da comprare. In più, potete controllare l'andamento delle vostre rate tramite un tagliando che verrà inviato annualmente, in regime di tasso variabile oppure 90 giorni prima della scadenza acquisita per il regime a tasso fisso.