Ristrutturare casa con un mutuo on line, forse è il momento di approfittare degli ultimi provvedimenti di governo in merito al fisco. Chi intende ristrutturare casa, migliorarla e rinnovarla può infatti usufruire dei bonus fiscali: è il momento giusto per recuperare dal 50% al 65% delle spese di ristrutturazione.

L'ultimo sondaggio Ipsos ha dimostrato che le famiglie italiane sarebbero disposte a mettere in ballo i propri soldi solo con un aiuto economico. Ecco come: le banche hanno deciso di venire incontro a queste necessità erogando più mutui e, con i bonus fiscali promossi dal governo, le famiglie italiane potrebbero recuperare la metà e anche di più delle spese.

Roberto Anedda, direttore marketing di Mutui Online ha spiegato "Per molti il mutuo per la ristrutturazione è diventato una conveniente alternativa quello per l'acquisto. E le banche, riaprendo i rubinetti del credito, guardano con interesse a questo bacino che chiede, a fronte dell'ipoteca sulla casa, importi più contenuti e durate più limitate. Chi sceglie il tasso fisso che sui dieci anni oscilla intorno al 5% - continua Anedda - lo fa perché preferisce rischiare. Il tasso variabile invece si attesta sul 3%".

Scelta del mutuo. Nella scelta del mutuo, in base alle spese necessarie per i lavori, bisogna verificare il finanziamento rilasciato dalla banca, una percentuale che comunque può andare dal 30 al 60%.

Modalità di erogazione. Riguardo l'erogazione di solito la banca non la versa in una unica soluzione soprattutto se si tratta di importi elevati, ma viene divisa in varie tranche in base anche all'andamento dei lavori. Spesso questa formula viene preferita dai clienti stessi.