Nuove spinte statali e regionali per aumentare l'accesso ai mutui. Sembra che l'Italia stia facendo un piccolo passo per una ripresa finanziaria ed una ulteriore spinta può essere fornita dalle nuove norme programmate da Stato e Regioni per aumentare i finanziamenti, anche per i giovani.

La riforma più importante è contenuta nel decreto 102 ed è in attesa di conversione parlamentare. Grazie a questo provvedimento ci sarà la possibilità per la Cassa Depositi e Prestiti di porre sul mercato liquidità per nuovi finanziamenti ipotecari. L'intervento consiste prevalentemente nell'emissione di obbligazioni a copertura dei mutui per cercare di limitare i costi dei finanziamenti a tasso fisso.

La Cassa Depositi e Prestiti interverrà anche nella cartolarizzazione dei mutui in corso in modo da far venire meno il rischio di insolvenza alle banche. Il fondo statale previsto sarà di 50 milioni di euro a cui se ne aggiungeranno altri 30 nel 2014.

Questa iniziativa sembra però non portare grandi vantaggi ai giovani che però potranno trovare aiuti dai provvedimenti delle singole regioni.

Molto importante ad esempio la spinta ai prestiti che vuole concedere la regione Lombardia. Finlombarda metterà infatti a disposizione 4,5 milioni di euro alle giovani coppie purché siano sposate tra l'1 giugno 2013 e il 31 dicembre 2013 e a condizione che i coniugi abbiano meno di 40 anni, un Isee non maggiore di 40 mila euro e risiedano nella regione da almeno 5 anni. Il fondo sarà utilizzabile per finanziamenti con mutui di durata minimo ventennale e prezzo massimo di 280 mila euro.