Mercato dei mutui stabile, troppo stabile dopo la grave crisi degli ultimi anni. Neanche la caduta libera dei prezzi delle case ha risollevato sensibilmente i numeri dei prestiti per l'acquisto della casa, almeno fino a questo momento, e la domanda di credito continua ad essere scarsa.

Il centro studi Nomisma prevede però un'ulteriore diminuzione dei valori immobiliari al metro quadrato del 10% entro la fine del 2014. Basterà a rilanciare il mercato dei mutui? Ma dove conviene investire?

Il calo dei prezzi delle case più rilevante avviene ovviamente nelle grandi città e nei capoluoghi di provincia. È qui quindi che bisogna investire con mutui per l'acquisto della casa, ma l'altalena dei prezzi cambia da città a città. Ecco quindi uno specchietto per orientarsi, riguardante i più importanti centri cittadini.

Il portale immobiliare Idealista ha monitorato i prezzi delle case (quasi 100.000 immobili) di 54 città nel periodo luglio-settembre facendo registrare i seguenti risultati: Roma ha visto un rallentamento del calo dei prezzi facendo segnare un - 1,3% sul trimestre in considerazione. Case sempre più "in saldo" nel centro storico con immobili di lusso in negativo di oltre il 4%; Milano vede un calo del 2,3% rendendo continuo il trend negativo registrato anche nei mesi precedenti; Venezia perde il 3,9% del valore delle proprie case, facendo registrare uno dei valori più importanti; le case di Genova perdono l'1,3%, mentre quelle di Palermo l'1,8%. Per concludere Firenze rimane pressoché stabile, con solo lo 0,8% di calo dei prezzi, insieme a Napoli, Bologna e Bari. Numeri in controtendenza solo per Torino che segna un +0,9%.