Cerchiamo di dare una risposta ad una domanda molto frequente, ovvero se sia meglio l'affitto o il mutuo, se "conviene di più comprare casa o affittarla?": abbiamo diviso questa guida in due parti per ragioni di spazio e di chiarezza, per le ipotesi e le considerazioni preliminari accedete a Mutuo o affitto?

I risultati di questa interessante analisi sono, secondo chi scrive, a conferma che non si possa dare una risposta certa e definitiva se sia più conveniente il mutuo o l'affitto, in quanto lo stesso CorriereEconomia spiega che il mutuo è meglio dell'affitto (per questi due casi) soltanto se si mantiene la proprietà della casa per minimo un decennio, cosa anche normale per la verità ma che comunque non si può dare per scontata, e che il valore immobiliare non deve calare per la casa piccola, deve crescere di almeno l'1% all'anno per la casa più grande (e qui davvero potremmo dire che si tratta di una condizione ancora meno scontata).

Infatti, per quel che riguarda il bilocale della simulazione, il mutuo è meglio dell'affitto e porta ad un vantaggio tra i 57mila ed i 91mila euro, a seconda che l'immobile sia a Milano o a Roma e se aumenta o meno il suo valore nel corso del tempo.

Invece per il trilocale (che ricordiamo ipotizzato da 80 mq, non una reggia), la simulazione del CorriereEconomia dà risultati differenti ed indica che può essere che l'affitto sia meglio del mutuo acquisto casa, in quanto se non c'è una rivalutazione di almeno il 10% in dieci anni per l'immobile a Milano si perderebbero 26mila euro in caso di vendita della casa e si guadagnerebbero solo 9700 euro se ci fosse la rivalutazione. Invece a Roma le cose sarebbero diverse (certo, un affitto in zona residenziale a Roma è quanto di più caro possa esserci!) visto che si guadagnerebbero in caso di vendita dell'immobile, rispetto all'affitto, 36mila euro se non ci fosse l'aumento del valore, quasi 72mila se invece ci fosse.

Il fatto che tendenzialmente il mutuo sia meglio dell'affitto soprattutto per le case più piccole (o meglio, la convenienza del mutuo sull'affitto può diminuire al crescere del valore della casa dato dalla metratura, dalla posizione, dal pregio) è evidenziato anche dal fatto che ipotizzando di destinare la somma che si pagherebbe per il canone di locazione al rimborso del mutuo, si otterrebbe un finanziamento che coprirebbe solo circa il 55-60% del valore per il trilocale della simulazione, di quasi il 75% per il bilocale (più è alto il loan to value e più conviene domandare un mutuo acquisto casa).

A conclusione di queste riflessioni e di questi calcoli, per i quali ringraziamo il CorriereEconomia, ammettiamo che non siamo riusciti a dare una risposta certa alla domanda meglio un mutuo o l'affitto? meglio comprare casa o affittarla? in quanto i fattori sono davvero molti e perchè riteniamo che una valutazione sensata dipenda molto dal caso singolo.

In fondo l'Italia, rispetto al resto d'Europa e agli Stati Uniti, è un Paese dove ci sono molti più proprietari di casa: dunque se all'estero c'è una maggior propensione all'affitto rispetto che da noi, vuol dire che appunto i soli freddi numeri, che come mostrato sarebbero tendenzialmente a favore del mutuo, non sono il solo parametro da considerare.

Basti pensare ai sacrifici che un giovane deve fare per mettere da parte una somma per l'anticipo di acquisto, all'incertezza sulle tasse che in Italia regna sovrana, alla crisi del mercato immobiliare, ai possibili rialzi dei tassi di interesse, alla confisca dell'immobile in caso di mancato pagamento del mutuo… D'altra parte con l'affitto c'è sempre la possibilità dello sfratto o del mancato rinnovo del contratto di locazione, come del resto si deve ammettere che dopo magari 30 anni di regolare pagamento non si ha la proprietà di nulla (ma si ha comunque usufruito del diritto di abitazione).