Quando si stipula un mutuo, si può domandare se l'istituto erogante concede di poterlo collegare al conto corrente, così da poter avere quello che si definisce mutuo offset: bisogna però valutare con attenzione se si tratta di una cosa conveniente.

Esistono due tipologie di mutui offset: la più semplice prevede una somma pari ai tassi di interesse maturati sul conto, che ovviamente non saranno goduti, venga sottratta alla quota interessi del mutuo (tenete in considerazione che c'è la tassazione del 20% sugli interessi del conto); la seconda tipologia, quella usata nello specifico da CheBanca!, calcola di quanto ridurre la quota interessi del mutuo dalla differenza tra il capitale residuo ancora da rimborsare e le giacenze medie che ci sono sul conto.

Ci sono delle accortezze da considerare quando si pensa di stipulare un mutuo offset:

  1. diminuendo la quota interessi grazie al collegamento al conto, diminuisce anche la detrazione fiscale sugli interessi passivi del mutuo che si può ottenere: dunque fate bene i vostri calcoli
  2. alcuni istituti alzano gli spread bancari del mutuo quando si opta per tale soluzione: quindi dovete valutare se le giacenze del conto sono abbastanza alte da compensare questo rialzo

Comunque la soluzione di mutuo offset di CheBanca! consente di collegare il finanziamento ad uno dei conti correnti a zero spese che l'istituto propone, dunque da questo lato non si hanno ulteriori uscite; inoltre è consentito collegare il mutuo a ben quattro diversi conti correnti, anche non del mutuatario ma di suoi parenti o amici, così da aumentare la possibilità di riduzione della quota interessi.