Sfratti per morosità, arrivano gli aiuti per permettere alle famiglie in difficoltà economica di mantenere i contratti d'affitto. Una bella iniziativa per chi è oppresso dal peso di mutui o affitti e versa in cattive acque. Per presentare la domanda ai "Contributi a sostegno della locazione" è stato aperto il bando nel comune di Borgo San Lorenzo. Il bando rimarrà aperto sino al 30 novembre e la quota verrà erogata sino a estinzione "Sfratti per morosità".

Una misura questa, eccezionale e approvata in via sperimentale, "una contromisura dell'esecutività degli sfratti per morosità". Trattasi di fondi regionali indirizzati alla "tutela dell'esecutività delle ordinanze di sfratto per morosità nei riguardi degli inquilini in momentanea difficoltà economica, causata da un decremento del loro introito, in ripercussione della crisi economica".

In caso di un provvedimento d'ingiunzione di sfratto per morosità, per il quale non ci sia ancora un ordinamento di conferma o meglio dire, ancora non c'è stata esecuzione, le quote verranno elargite. Ovviamente, in base ai vari casi, la quota sarà fino a un massimo di 4000 euro, si potrà "proseguire con l'attuale contratto" o con la "stesura di un nuovo contratto d'affitto con il vecchio proprietario" o con la "stesura di un nuovo contratto d'affitto con un nuovo proprietario".

Oltre all'ordinamento di sfratto, è necessario esporre la condizione certificata del decremento dell'introito, dell'intero nucleo familiare con un reddito attuale Ise (indicatore situazione economica) che non superi i 35 mila euro e un valore Isee (indicatore della situazione economica equivalente) che non superi i 20 mila euro, inoltre, sarà richiesta la collaborazione del proprietario dell'abitazione ad acconsentire agli interventi.

La domanda deve essere compilata e firmata dal richiedente, con una copia del documento d'identità e integra di tutti i documenti, (la pena è l'inaccettabilità). Il tutto va esibito all'Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune oppure inviata per posta tramite raccomandata con ricevuta di ritorno all'Ufficio Protocollo del Comune di Borgo San Lorenzo, piazza Dante, nr.2.

Nel 2012, 24 nuclei familiari si sono sottratti allo sfratto.