Imu, insieme al mutuo, fonte principale di preoccupazione per molte famiglie italiane. Si sta avvicinando il termine per il versamento dell'acconto Imu di quest'anno per coloro che sono tenuti: la data da cerchiare nel calendario è il 17 Giugno 2013.

Come ormai è noto, il pagamento dell'acconto è stato sospeso per le abitazioni principali (escluso le abitazioni principali di pregio; per intenderci, quelle classificate nelle categorie catastali A1 (abitazioni signorili), A8 (ville), A9 (castelli).

Il tutto è subordinato alla "clausola si salvaguardia", che costringe il governo a completare la riforma del sistema fiscale entro il prossimo 31 Agosto, in caso contrario, di reale sospensione si tratterà ed allora tutti saranno chiamati a versare l'acconto di giugno entro il 16 Settembre (con quasi sicura caduta del governo).

Chi vuole, nel caso sia già intervenuta la delibera del Comune per il 2013, può pagare il 50% in base alla nuova aliquota (circolare DF n.2 del 23/5/2013); altrimenti si pagherà il 50% dell'Imu calcolata sulla base delle aliquote dell'anno scorso.

L'acconto Imu si può versare con il modello F24 utilizzando i seguenti codici tributo:

  • 3916 - Imu per le aree fabbricabili - Comune
  • 3918 - Imu per gli altri fabbricati - Comune
  • 3925 - Imu per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D - Stato
  • 3930 - Imu per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D - Incremento Comune
  • Nello spazio "Codice Ente/Codice Comune" va indicato il codice catastale del Comune dove sono situati gli immobili
  • Barrare la casella "acconto" se il pagamento si riferisce all'acconto
  • Lo spazio "rateazione" non va compilato
  • Nello spazio "numero Immobili", vanno indicate le unità immobiliari per le quali viene effettuato il pagamento relativo a quel codice tributo
  • Nel campo "anno di riferimento", indicare l'anno per il quale viene effettuato il versamento (2013)

Il pagamento dell'acconto Imu potrà anche essere versato mediante bollettino postale reperibile presso tutti gli uffici postali. Il versamento va effettuato sul numero di c/c 1008857615 valido per tutti i Comuni d'Italia, utilizzando l'intestazione "Pagamento Imu".