Strizza il Mutuo è la vantaggiosa offerta di mutuo a tasso variabile che il Gruppo BIPIEMME (Banca Popolare Milano) promuove fino al 28 Giugno 2013: se avete in progetto l'acquisto della prima o della seconda casa oppure volete semplicemente ristrutturare le vostre proprietà, questi mutui possono fare al caso vostro.

Vediamone i dettagli:

Destinata a cittadini italiani di età compresa tra i 18 e i 75 anni (18 anni al momento della richiesta e non oltre 75 anni compiuti alla scadenza), la promozione Strizza il Mutuo vi consentirà di richiedere un mutuo, riscattabile nell'arco di (minimo) 10, (massimo) 30 anni, pari all'80% del valore dell'immobile oggetto di acquisto o di ristrutturazione con queste condizioni variabili:

  1. Euribor + 2,90 p.p (spread 2,90% su Euribor 3 mesi) per durate del mutuo fino a 25 anni;
  2. Euribor + 3,00 p.p (spread 3% su Euribor 3 mesi) per durate del mutuo dai 26 ai 30 anni.

In questi due casi la variabile del tasso viene aggiornata mese per mese in base alla media, arrotondata allo 0,05 in eccesso, calcolata su Euribor 3mesi/base 360 registrati nel mese precedente.

Le spese di istruttoria dello "Strizza Mutuo" BPM vi costeranno 400 euro (da pagare una sola volta), le spese periodiche di incasso rata soli 2 euro mensili e infine, in base all'importo richiesto alla banca per le vostre finalità di acquisto o ristrutturazione casa, pagherete un importo differente di spese perizia così riassumibile:

  • 252,08 euro fino a 150.000 euro richiesti;
  • 267,20 euro da 150.001 a 300.000 euro richiesti;
  • 332,75 euro da 300.001 a 500.000 euro richiesti;
  • infine lo 0,10% del capitale richiesto oltre i 500.000 euro.

Questo mutuo dà la possibilità di suddividere e saldare le rate in modalità mensile, trimestrale o semestrale e consente inoltre di saltare il pagamento della rata per tre volte e/o di estinguere il mutuo senza alcuna penale: è richiesta però la presenza di una polizza assicurativa contro incendio e scoppio.

L'imposta sostitutiva è bloccata a 0,25% dell'importo richiesto nel caso in cui il mutuo richiesto si riferisca alla prima casa e al 2,00% nel caso di acquisto e/o ristrutturazione della seconda casa.