Sono numerosi gli istituti di credito che nel 2013 stanno orientando la propria strategia economica sul rilancio dei mutui. Tra questi c'è anche UBI Banca, che con una proposta dedicata ai giovani precari prova a far aumentare tra le coppie under 40 la voglia di comprare casa, dopo i dati allarmanti del 2012 che hanno registrato un calo del 40% dei mutui stipulati rispetto al 2011.

UBI Banca ha lanciato quindi la campagna "Mutuo casa giovani coppie 2013", un'iniziativa finalizzata a sostenere le giovani coppie precarie dando loro la possibilità di acquistare la propria prima casa con contratti agevolati. "Un mutuo pensato per le coppie determinate anche se non hanno un lavoro a tempo indeterminato".

Ma vediamo in dettaglio chi può usufruire di questi finanziamenti e quali sono le caratteristiche di questo mutuo.

Innanzitutto i mutui in questione, essendo rivolti ai giovani, sono disponibili solo per le coppie under 40 (cioè in cui entrambi i partner non abbiano ancora compiuto i 40 anni). I membri della coppia al momento della richiesta devono essere vincolati a contratti di lavoro atipici o a tempo determinato da almeno 18 mesi (oppure abbiano lavorato almeno 18 mesi negli ultimi 24, anche in modo non continuativo). Il mutuo può coprire fino all'80% del valore di perizia dell'immobile e il prestito può raggiungere un tetto massimo di 500.000 euro.

Il contratto prevede un rapporto massimo tra rata e reddito del 35% e la possibilità di usufruire di due periodi di sospensione del pagamento fino a 12 mesi, per un massimo di 24 mesi complessivi di proroga del rimborso.

Tre sono le differenti modalità di mutuo proposte da UBI Banca:

  • mutuo a Tasso Fisso: la cui percentuale d'interesse sulla rata rimane costante;
  • mutuo Sempre Light: un tasso variabile la cui percentuale d'interesse varia nel tempo proporzionalmente alla variazione del costo del denaro.
  • mutuo Prefix: di fatto un tasso misto, ovvero una formula con un tasso fisso iniziale (per qualche anno) che poi passa a un tasso variabile secondo i termini concordati.

A questo pacchetto viene consigliata l'aggiunta di una polizza assicurativa: UBI Banca propone due tipi di assicurazione BluCasa (classica polizza sulla casa) e Blucredit One (che invece riguarda una tutela su eventi che possono pregiudicare la possibilità di rimborsare il mutuo).

In Italia sono circa un milione e mezzo i lavoratori fra i 25 e i 39 anni vincolati da un contratto cosiddetto atipico; una situazione instabile che non può offrire garanzie e fiducia per i giovani che entrano nel mondo del lavoro o per le coppie che intendono metter su famiglia. La scelta di UBI Banca sembra quindi coraggiosa, viste le scarse garanzie dei contratti precari. "Era necessario ripensare i modelli tradizionali di concessione dei mutui perché oggi il mercato del lavoro, soprattutto per i giovani, è profondamente cambiato" ha dichiarato Victor Massiah, consigliere delegato del Gruppo Ubi Banca. Vedremo se l'esperimento del mutuo-precario funzionerà.