La crisi economica ormai ha colpito tutti i settori, compreso quello alimentare e quindi i beni di prima necessità. Sempre più spesso gli italiani rinunciano ad acquistare molte cose: mancano i soldi e non li si può investire; per questo motivo ci si priva soprattutto dei lussi e si rinuncia alla scelta di comprare una casa, preferendo di più l'affitto.

Negli ultimi tempi, perciò, il mercato della casa si trova in una grave crisi, ma in tutto ciò la cosa positiva è che si è verificato anche un calo del 4,6% dei prezzi delle abitazioni: di mese in mese si assiste a un ribasso dei prezzi medi degli immobili, ed è questo forse il momento giusto per decidere di acquistare una casa poiché il risparmio è decisamente notevole rispetto al passato.

Secondo l'Istat, a soffrire maggiormente la crisi sono le abitazioni usate; quelle di recente costruzione, invece, più che registrare un calo di prezzo manifestano uno stallo. Cosa accadrà allora? Si tornerà ad acquistare le case o le vendite subiranno ulteriori perdite di quota?

Nonostante i vantaggi offerti dal mercato immobiliare in questo periodo - tra cui anche i tassi di interesse sotto la media storica - gli italiani faticano a pensare di investire così tanto denaro nell'acquisto di una casa e di dover mantenere un mutuo. Bisogna inoltre ricordare che chi comprerà una casa si ritroverà anche a dover pagare la nuova tassa sulla proprietà immobiliare, l'Imu.