Vista la crisi finanziaria in atto e i pochi soldi a disposizione, una delle domande a cui molte persone/famiglie, alla ricerca di un immobile, cercano di dare risposta è: Meglio comprare una casa nuova, magari con un mutuo, o cercare qualcosa nell'usato? La scelta di una casa è sicuramente una tra le più impegnative, bisogna investire molti capitali e a scelta fatta, se ci si accorge di aver sbagliato è difficile tornare indietro. Ecco perché la domanda sembra di quelle da 1 milione di dollari.

A favore dell'usato sicuramente la possibilità di visionare più immobili, per poter confrontare dimensioni, collocazione, struttura interna, e differenti prezzi. Oltreché, non di poco conto, la possibilità di percepire, appena si visita l'immobile, un certo feeling, che il più delle volte è quello che fa propendere per l'acquisto di una casa piuttosto che di un'altra. Inoltre, vi è sempre la possibilità per l'acquirente di ristrutturare internamente l'immobile per renderlo più affine alle proprie esigenze.

Per contro vi è però il fatto di doversi fidare, si compra, infatti, senza poter valutare concretamente in che stato sia ciò che si visita, ossia è impossibile poter verificare le strutture, le tubature, gli impianti, insomma, nessuna garanzia sullo stato dei lavori, ci si deve fidare di chi vende e delle proprie impressioni.

Una casa nuova dà invece la certezza che verranno utilizzati impianti a norma di legge e che si potranno personalizzare, sulla base spesso di un capitolato, gli spazi e gli ambienti secondo il proprio gusto e le proprie necessità, quindi il nuovo ha dalla sua il vantaggio di offrire garanzie.

Lo svantaggio è però quello di comprare un progetto, quindi di poter solo immaginare la propria casa, ma di non poter verificare concretamente il feeling che si percepirà, effettivamente, solo ad immobile concluso. Sembra quindi non esistere la ricetta giusta che esenti dai rischi, quello che probabilmente sarà, l'investimento più importante della propria vita.