Nonostante sia uno dei momenti peggiori per vendere casa, a dimostrarlo diverse indagini che segnalano il calo netto delle compravendite degli immobili, è possibile cercare di vendere la propria abitazione in tempi brevi usando piccoli accorgimenti.

È ad esempio di fondamentale importanza essere realisti nella richiesta del prezzo, partire da una richiesta "sensata" è la chiave per poter vendere in tempi brevi, l'attenzione maggiore si riscontra infatti nelle prime settimane in cui l'annuncio viene pubblicato. Purtroppo in un momento di crisi come quello attuale, chi ha davvero bisogno di vendere non può utilizzare con i potenziali acquirenti, come avveniva in passato, la strategia del "non ho fretta" nella speranza di realizzare di più.

Meglio quindi affidarsi ad un professionista che calcolerà il prezzo adeguato da proporre sul mercato e organizzerà gli appuntamenti.

In fase di trattativa è bene non dare né la sensazione di doversi sbarazzare ad ogni costo della casa né elogiare troppo gli aspetti positivi dell'abitazione, entrambi gli atteggiamneti potrebbero far divenire l'acquirente sospettoso.

Se si agisce da privati è bene non accettare anticipi o firmare contratti se non si è più che sicuri che l'acquirente riuscirà ad ottenere un mutuo, si rischierebbe, in caso di problemi, di bloccare la vendita senza poi concludere l'affare.

Un annuncio attraente aumenta le possibilità di vendita, è importante scriverlo bene, con informazioni dettagliate e magari, se si è in una zona popolata dagli stranieri, scriverlo in più lingue. Anche unafoto della casa rende l'annuncio più visibile e più attraente rispetto ad uno semplice.