La casa è un problema per i cittadini italiani. La campagna elettorale appena conclusa si è giocata molto sull'IMU e fisco per convincere gli elettori sulla possibilità di rientrare dalle spese sostenute nel 2012 per le proprie abitazioni.

Secondo il monitoraggio dell'Osservatorio Nazionale della Federconsumatori, nel 2013, i costi per il mantenimento di una casa (un appartamento-tipo di 90 mq, in una zona semicentrale di una grande area metropolitana) sono aumentati mediamente del 4%. I costi ammontano nel 2013 a 1.694,70 €/mese per un appartamento in affitto; 1.164,45 €/mese per un appartamento di proprietà e a far lievitare le spese sono i continui aumenti di luce, gas e acqua, riscaldamento e la tassa sui rifiuti (TARES). Per le case di proprietà, inoltre, ci sono i rincari delle rate dei mutui.

I dati in dettaglio di affitto e i costi mensili 2013. Affitto € 1 .212,00. Condominio € 86,90. Riscaldamento € 173,00. Luce € 54,20. Gas (per cucina) € 43,80. Telefono € 24,90. TARES € 49,70. Acqua € 32,20. Manutenzione ordinaria € 18,00. Totale costi € 1 .694,70. Per quanto riguarda la proprietà e i costi mensili 2013. Mutuo € 618,00. Condominio € 86,90. Riscaldamento € 173,00. Luce € 54,20. Gas (per cucina) € 43,80. Telefono € 24,90. TARES € 49,70. Acqua € 32,20. IMU€ 33,75. Manutenzione ordinaria e straordinaria (impianti elettrici, idraulica, tinteggiatura, ecc.) € 48,00. Totale costi € 1.164,45.

Il Centro Ricerche Economiche Educazione e Formazione della Federconsumatori, ha potuto stimare l'anno scorso che per l'energia elettrica (per un consumo medio annuo di 2700 kw/h) nel 2012 la spesa si è portata a € 504, con un aumento di + € 193,61 (+62,38%) rispetto al 2000. Per il gas, la spesa del 2012 (per un consumo medio di 1400 m3 di metano) è di € 1299, con un aggravio di € 468,73 (+56,42%) rispetto al 2000. Per la bolletta dell'acqua (considerando un consumo medio di 200 m3 annui), il costo per il 2012 si è aggirato attorno a € 346 con un + € 156,11 (pari al 76,73%) rispetto al 2000. La bolletta dei rifiuti si è aggirata su € 241 con un + € 152 (+ 63%) rispetto al 2000. Complessivamente, la spesa per le bollette ha potuto toccare € 2.390 Euro.

È in crescita il numero degli anni di stipendio necessari per l'acquisto dell'appartamento, sono necessarie 19,7 annualità di stipendio per acquistare una casa. Nel 2012 il reddito medio degli italiani è stato di € 20.336 (nel 2013 si prevede che scenda a € 19.610) e il prezzo al mq. di un appartamento è stato di € 4.367 (nel 2013 si prevede che scenda a € 4.289).

Da questi dati è sempre più necessario fornire da parte del governo un sostegno concreto alle famiglie con il rilancio dell'occupazione giovanile per sostenere i costi "pesanti" che annualmente sono sostenuti per mantenere le proprie abitazioni. A ciò è auspicabile per la Federconsumatori attivare anche un serio piano per l'edilizia residenziale.