Anche per il 2013 l'Inps gestione ex Inpdap ha previsto delle agevolazioni per pensionati e dipendenti pubblici che intendono accendere mutui per acquistare la prima casa. Possono accedere a questo tipo di agevolazioni i dipendenti pubblici in servizio e con un contratto di lavoro a tempo indeterminato e i pensionati iscritti alla Gestione unitaria autonoma delle prestazioni creditizie e sociali, che però hanno maturato un'anzianità di iscrizione all'INPS di 3 anni.

Se appunto si è in possesso dei suddetti requisiti e si è intenzionati ad acquistare la prima casa ci si può recare per avere informazioni più dettagliate presso l'Ufficio Provinciale o Territoriale Inps Gestione ex Inpdap un mutuo del valore massimo di 300.000,00 € comprese le spese per eventuali pertinenze della durata di 10,15, 20, 25 o 30 anni.

Coloro che intendono usufruire di quest'agevolazione non devono risultare intestatari di altre abitazioni, fatta eccezione per casi particolari come la proprietà di solo quote, immobile assegnato al coniuge separato, ecc.

I tassi verranno stabiliti con determinazione del Presidente dell'Inps Gestione ex Inpdap e ammontano al 3,75% per i mutui a tasso fisso,e il 3,50% per quelli a tasso variabile . Il pagamento delle rate del mutuo avviene attraverso i modelli F24 precompilati, trasmessi al richiedente il mutuo (mutuatario) dall'Istituto (ex INPDAP).
La domanda per richiedere l'erogazione del mutuo dovrà essere compilata tramite l'apposito modello, corredata di tutta la documentazione necessaria e presentata dal 1° al 10 gennaio, dal 1° al 10 maggio e dal 1° al 10 settembre di ogni anno, all'Ufficio Provinciale o Territoriale Inps Gestione ex Inpdap competente. La competenza è determinata dall'ubicazione dell'abitazione cui si riferisce la domanda di mutuo. Le domande che non verranno corredate di tutta la documentazione richiesta saranno rigettate.

Le domande di mutuo, che presentino tutti i requisiti necessari dal regolamento dell'Inps, saranno tutte accolte, a meno che il budget assegnato per ogni quadrimestre alla Direzione Regionale di riferimento non risulterà essere insufficiente per soddisfare tutte le domande pervenute all'ufficio ex Inpdap. In tal caso, ciascun Ufficio Provinciale e Territoriale provvederà a fare una graduatoria, sulla base di determinati criteri.