Buone notizie per chi deve acquistare una casa. Scende il tasso di interesse sui mutui al 4,21% che si raffronta con il precedente 4,23%, per l'acquisto di abitazioni nel mese di agosto 2012. A comunicare la diminuzione del tasso di interesse è la Banca d'Italia sulle principali voci dei bilanci bancari. È bene ricordare che i tassi di interesse sui mutui a luglio 2011 si collocavano al 3,51% (taeg), mentre il dato più alto è stato registrato nel mese di febbraio 2012 con il 4,61%.

È un leggero calo che potrebbe essere un piccolo segnale di incoraggiamento per i futuri compratori. Può certamente infondere un po' di ottimismo, dopo diversi mesi in cui era impossibile pensare all'acquisto di una casa. Simili segnali economici devono essere interpretati nella direzione giusta, poiché possono realmente favorire la ripresa delle vendite di abitazioni. Per quanto riguarda il tasso sul credito al consumo si è collocato al 9,71% sempre ad agosto 2012, contro il 9,72% di luglio e il 9,80 di giugno 2012. Se restiamo nei numeri delle grandezze bancarie, il tasso sui conti correnti ad agosto 2012 è sceso di poco al 5,16% dal precedente 5,19% per quanto riguarda i prestiti, mentre sulla raccolta bancaria di denaro il tasso di interesse è in lieve rialzo all'1,25% contro l'1,24% di luglio e l'1,23% di giugno.

È senza dubbio una diminuzione contenuta dei tassi di interesse sui mutui, ma è basilare analizzare attentamente tutti gli andamenti economici, al fine di comprendere la situazione del mercato, compresa la sua evoluzione. Tutto ciò può favorire probabili acquirenti, incoraggiando l'economia del settore edilizio verso una timida ripresa delle vendite di abitazioni.